Scopri il mondo Touring

Puglia: letture con vista sul Mediterraneo

A Polignano a mare al via il Festival del libro possibile

di 
Barbara Gallucci
8 Luglio 2014
La Cultura con la C maiuscola è la protagonista indiscussa di questo piccolo grande festival che, ormai da molti anni, anima le serate di Polignano a mare, straordinario borgo a picco sul Mediterraneo. Dal 9 al 12 luglio le piazze, i vicoli, le scalinate e le terrazze ospitano decine di scrittori, attori, politici e leader della creatività made in Italy per un appuntamento che è diventato un classico per il appassionati di lettura. Il festival Il libro possibile conduce in Puglia il gotha culturale italiano che, fino a notte fonda, si confronta con un pubblico sempre più ricettivo.
 
Tanti i nomi presenti per questa edizione: da Francesco Piccolo, neovincitore del premio Strega con il libro Il desiderio di essere come tutti all'ex ministro Cécile Kyenge, dal giornalista Federico Rampini a Margaret Mazzantini, fino alle interviste impossibili dell'ospite fisso Dario Vergassola alle prese con il regista Ferzan Ozpetek. Il programma è talmente denso che saltare da un luogo all'altro sembra essere l'unica possibilità. Per fortuna il centro storico di Polignano è ristretto e bellissimo. Difficile non distrarsi ammirandone i palazzi e le case a strapiombo sul mare.
 
“Quest'anno abbiamo deciso di dedicare una piazza, la rinnovata Aldo Moro, al vino possibile”, racconta Rosella Santoro, tra le fondatrici e organizzatrici del festival polignanese “con un focus speciale sul vino, ovviamente, ma anche sull'agricoltura biodinamica. Abbiamo invitato produttori, agricoltori, ma anche chef, sommelier ed esperti del settore. Tra incontri e degustazioni, dal 10 al 12, tutti potranno capire le regole di una dieta corretta. Anche grazie all'aiuto del generale dei Nas, il nucleo antisofisticazione, Cosimo Piccino che dimostrerà le tecniche di sofisticazione, soprattutto dell'olio, un prodotto tipico della zona che va tutelato”. E quale matrimonio migliore tra un bel libro e un buon bicchiere di vino?