Scopri il mondo Touring

Quattro giorni dedicati all’identità rurale della regione

A Pescara, il primo festival delle Terre d’Abruzzo

di 
Tino Mantarro
5 Ottobre 2015
Si chiama festival delle Terre d’Abruzzo, si tiene a Pescara dall’8 all’11 ottobre e già dal nome racconta della pluralità dell’Abruzzo. Alta montagna, collina, mare: ce n’è davvero per tutti i gusti, in Abruzzo. Una regione che è riuscita a conservare gran parte del suo patrimonio agricolo e in questi anni sta con intelligenza cercando di valorizzarlo.
 
Questo Festival, promosso dai Gal d’Abruzzo, mira a valorizzare le tante identità rurali della ragione attraverso il racconto e un ricco programma di attività, eventi, incontri, laboratori e workshop. Una sfida per far conoscere gli Abruzzo ai turisti ma anche agli stessi abruzzesi, facendo comprendere a tutti l’enorme potenziale di sviluppo diffuso sul territorio. Un potenziale che può essere positivamente sfruttato mettendo a sistema produttori e ristoratori, tour operator e burocrazia locale, investendo direttamente nella campagne come modello di difesa dalla diversità agricola e del territorio.
 
 
IL PROGRAMMA
Il festival, qui alla sua prima edizione, si terrà al Museo delle Genti d’Abruzzo di Pescara. In calendario momenti di confronto tra operatori nel Café Agenda, incontri con gli autori di libro sull’Abruzzo, un’esposizione multimediale sulle identità delle terre d’Abruzzo e un viaggio fotografico nei luoghi emblematici della regione. Ovviamente non potevano mancare i laboratori a tema culinario. Incontri molto pratici rivolti a ristoratori e semplici appassionati per incontrare i migliori cuochi e produttori del panorama regionale, per scoprire la ricchezza dei prodotti della natura, la preparazione corretta dei piatti della tradizione.
 
UNA GUIDA OMAGGIO
Duranti i quattro giorni del festival verrà distribuita gratuitamente la nuova guida Abruzzo, itinerari del Gusto, realizzata dal Touring Club Italiano in collaborazione con i Gal abruzzesi Abruzzo Italico, Appennino Teramano, Gran Sasso Velino, Maiella Verde e Terre Pescaresi. Dalle vette del Gran Sasso alle foreste del Parco Nazionale d’Abruzzo, dai calanchi del Teramano alla costa dei trabocchi, 128 pagine e 18 itinerari suddivisi per provincia e comprensori turistici ricchi di suggestioni, storie e indirizzi dove assaporare i prodotti tipici e fare acquisti direttamente in azienda. A corredo di ogni itinerario una carta dettagliata per ritrovarsi sulle strade d’Abruzzo.
 
Info: Dall'8 all'11 ottobre presso il Museo delle genti d'Abruzzo, Pescara.
Ingresso al festival 4 euro; www.scuoladelgustoabruzzo.it