Scopri il mondo Touring

Al via la seconda edizione del festival Detour

A Padova si viaggia al cinema

di 
Tino Mantarro
9 Ottobre 2013

Al cinema con la valigia. Per intraprendere un viaggio fantastico che dura tutto il tempo in cui si sta in sala. Potrebbe essere questo il motto di Detour, il festival del cinema di viaggio di Padova giunto alla seconda edizione che si inaugura il 15 ottobre. «L’edizione di quest’anno si presenta davvero molto ricca: quasi trenta i film presentati nei sei giorni di festival, con una nuova sezione, Viaggio in Italia, che si aggiunge al concorso internazionale, agli eventi speciali e all’omaggio all’autore. E una retrospettiva dedicata a Wes Anderson che ci rende particolarmente orgogliosi» spiega Marco Segato, direttore artistico del festival.

«Per la seconda volta Detour racconterà storie di viaggi, di scoperte, di esperienze. I percorsi saranno diversi e spesso distanti tra loro, a volte lineari, altre volte accidentati, ma a guidarci c’è sempre l’idea di esplorare i confini, per realizzare una sorta di catalogo personale dell’immaginario che il cinema ha costruito e continua a costruire intorno all’esperienza straordinaria che ogni viaggio porta con se» aggiunge Segato. Al concorso (undici film in gara, le proiezioni si tengono al cinema PortoAstra, via Santa Maria Assunta 20) sono ammessi sia film sia fiction, che film documentari purché affrontino il tema del viaggio in una delle sue possibili declinazioni. Dunque la giuria presieduta da Giuseppe Piccione dovrà giudicare pellicole tra trattano di fuga, esilio, migrazione, esplorazione, film che raccontano viaggi di ritorno, di scoperta, di formazione, o che toccano questioni importanti come lo spaesamento, l'attraversamento, il confine, senza limiti di genere e di formato.


Apertura dedicata a un evento speciale, l’anteprima di River Water, film documentario di Paolo Muran e Nicola Pittarello, che racconta il viaggio di Giacomo De Stefano e il suo progetto Man on the River. Oltre 5200 chilometri da Londra a Istanbul percorsi a bordo di una piccola barca a remi e vela, attraversando i fiumi dell’Europa e passando per 15 paesi nell’arco di due anni. Poi spazio al concorso vero e proprio, e alla sezione Viaggio in Italia, dove sarà possibile rivedere Viaggio in Italia di Roberto Rossellini, ma anche Il mio paese, di Daniele Vicari e Summer 82, when Zappa came to Sicily, in cui il grande Frank concluse il suo tour italiano con un concerto a Palermo. Il festival ospita anche una sezione fuori concorso con film di autori affermati, sempre legati al tema del viaggio, da Jerry Schatzberg a Michel Gondry. Si parte, buio in sala.

Info: Detour, dal 15 al 20 ottobre, Padova