Scopri il mondo Touring

Mezzo secolo fa i Fab4 incidevano Sgt. Pepper. La loro città natale li celebra degnamente

A Liverpool sulle tracce dei Beatles

di 
Barbara Gallucci
6 Febbraio 2017
 
Tutto ebbe inizio il 6 luglio del 1957. Quel giorno John Lennon e Paul McCartney si conobbero durante la festa parrocchiale della chiesa di St. Peter a Liverpool. Due adolescenti sbarbati con una voglia senza freni di fare musica. Due personalità importanti che insieme hanno cambiato il mondo, e non solo quello musicale.

Con George Harrison, compagno di scuolabus di Paul, e Ringo Starr che si unisce aI Beatles nel 1962, i quattro di Liverpool incidono un disco dopo l'altro conquistando le vette delle classifiche musicali di tutto il mondo. Dieci anni dopo il primo incontro pubblicano il disco considerato da molti il più importante della storia del rock: Sgt. Pepper Lonely Hearts Club Band, un album in qualche modo tributo alla loro città natale che, in occasione dei 50 anni dall'uscita del vinile, è pronta a celebrare i suoi Fab4.
 
 
IL MAGICAL MISTERY TOUR
I fan dei Beatles lo sanno: Liverpool è una meta imprescindibile per capire la storia di un gruppo che ha fatto la storia. La città inglese è cambiata molto da allora, trasformandosi da porto di mare (anche se affacciata “solo” sull'estuario del fiume Mersey) in epicentro di cultura che, proprio sui Beatles, ha anche creato un piccolo patrimonio turistico.
 
Patrimonio che si intuisce salendo su uno dei coloratissimi bus del Magical Mistery Tour. Giapponesi, americani, indiani, di ogni età e stile affollano i sedili pronti a percorrere in due ore il tour di tutti i luoghi di Liverpool legati al quartetto. Dalle case natali alle vie della loro infanzia come Penny Lane e Strawberry Field, dalla mitica chiesa di St. Peter al Cavern Club, dove i Beatles fecero le loro prime esibizioni. In mezzo tanta musica da cantare tutti insieme.
 
 
LA MOSTRA PIÙ GRANDE
Il secondo grande momento per il vero fan dei Fab4 è The Beatles Story, la più grande mostra permanente del mondo dedicata a John, Paul, George e Ringo. È situata nell'Albert Dock, patrimonio dell'umanità Unesco, e riuscitissimo esempio di trasformazione da magazzino portuale ad area culturale (non lontano si trova anche la sede di Liverpool della Tate).
 
In questo caso l'immersione è negli ambienti, nelle storie, nei rumori e nei suoni che hanno accompagnato le vite dei 4 eroi cittadini. Grazie alle audioguide si viaggia nel tempo, si ascoltano voci e canzoni, si vivono o rivivono emozioni. Il momento più commovento è senza dubbio l'ingresso nella stanza bianca dedicata a John Lennon con il pianoforte, i suoi disegni e i suoi celeberrimi occhiali.
 
 
A SPASSO PER LA CITTÀ
In tutto questo Liverpool rimane una città molto particolare, di carattere, con tanti punti di interesse da scoprire camminando. Dai dock lungo il fiume ai monumentali palazzi e chiese come le due cattedrali, una cattolica e una anglicana di gigantesche dimensioni entrambe, fino alla Walker Art Gallery, una delle gallerie più importanti d'Inghilterra con opere di Rubens, Rembrandt, Degas, Monet e molti altri. Per non parlare delle vie dello shopping come Bold Street e, per gli appassionati di calcio la possibilità di visitare uno dei templi del soccer: lo stadio del Liverpool in Anfield Road. La città dei Beatles è musica per le orecchie di ogni tipo di viaggiatore.
 
 
INFORMAZIONI
- Siti web per informarsi su Liverpool e i Beatles: www.visitliverpool.comwww.beatlesstory.comwww.cavernclub.org/the-magical-mystery-tour.
- Visit Britain, ente turistico Gran Bretagna: www.visitbritain.com.
- Per saperne di più su Liverpool, ecco la nostra Guida Verde Gran Bretagna, da comprare online a prezzi scontati!