Scopri il mondo Touring
  • Home
  • News Touring
  • >
  • Touring e Autostrade insieme per far conoscere l'Italia

Al debutto il progetto Sei in un Paese meraviglioso per valorizzare il territorio e far conoscere il patrimonio artistico, culturale, ambientale ed enogastronomico

Touring e Autostrade insieme per far conoscere l'Italia

di 
Renato Scialpi
18 Luglio 2013
Presentata a Roma nell'ambito della campagna Estate in sicurezza, debutta oggi l'iniziativa Sei in un Paese meraviglioso, frutto della collaborazione tra Autostrade per l'Italia e Touring Club Italiano. L'obiettivo – come ha sottolineato Giovanni Castellucci, amministratore delegato di Autostrade per l'Italia – “è di dare un contributo alla valorizzazione di un Paese che, attraversandolo noi tutti i giorni, sappiamo essere meraviglioso" con installazioni ad hoc nelle aree di servizio della rete autostradale in cui gli automobilisti possono trovare un nuovo spazio, una sorta di “vetrina del territorio” circostante racchiusa simbolicamente in una grande cornice dorata, che propone possibili esperienze di viaggio messe a punto dal Tci in funzione del tempo che il turista ha a disposizione: 3 ore, mezza giornata, un giorno,due giorni. Proposte originali e coinvolgenti per valorizzare il patrimonio artistico, culturale, ambientale ed enogastronomico del nostro Paese.

L’iniziativa Sei in un Paese meraviglioso è già attiva in sei aree di servizio della rete Autostrade per l'Italia: Giove ovest, nei pressi di Orte in Lazio lungo l'Autosole, Canne della Battagliaovest a Barletta in Puglia (A14 Adriatica), Piave est presso Conegliano in Veneto (A27 Venezia-Belluno) e sempre lungo l'Autosole A1, Teano est a Caianello in Campania, Montepulciano est presso Valdichiana in Toscana e Arda ovest alle porte di Fiorenzuola in Emilia-Romagna. Entro l'estate l'iniziativa, del tutto gratuita, sarà estesa ad altre sette aree di servizio, facendo così salire a 13 il numero degli spazi disponibili su tutto il territorio nazionale.

Sei in un Paese meraviglioso è realizzata con la collaborazione, come già detto, del Touring Club Italiano e di Slow Food Editore, della Struttura di vigilanza sulle concessionarie autostradali del Dipartimento per le Infrastrutture, gli Affari Generali e il Personale del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, e di alcune Regioni (hanno già aderito Toscana, Emilia-Romagna, Lombardia, Puglia, Marche e Molise) che rappresentano il punto di riferimento del progetto sul territorio.