Scopri il mondo Touring

Sabato 21 novembre con Touring e Migrantour per conoscere i quartieri di nuova emigrazione

Roma, passeggiate migranti all’Esquilino

di 
Tino Mantarro
10 Novembre 2015
C’è un mercato pieno zeppo di prodotti spesso impronunziabili, una strada ricca di negozi artigiani particolari, dei negozi che odorano di spezie e un tempio buddista che odora di incensi. Sono queste alcune tappe delle passeggiate interculturali all’Esquilino che il Touring organizza in collaborazione con la cooperativa Viaggi Solidali e Migrantour per la mattina di sabato 21 novembre dalle 10. È l’occasione di conoscere da vicino come cambia ed è cambiato un quartiere a forte immigrazione come l’Esquilino con degli accompagnatori davvero d’eccezione. A portare in giro per mercati, centri culturali, negozi e ristoranti sono infatti gli stessi migranti formati nei mesi scorsi nell’ambito del progetto Migrantour.
 
IL PROGETTO MIGRANTOUR
L’idea di Migrantour, un progetto finanziato dall'Unione Europea, si basa su due concetti: la decostruzione dello stereotipo e l’incontro con l’altro, soprattutto quando l’altro arriva direttamente a casa. Concetti che potrebbero sembrare astratti, ma che le passeggiate migranti traducono in incontri di prima mano con la realtà urbana in mutamento. «Ogni tour si svolge con due accompagnatori migranti, che si alternano introducendo il quartiere che si attraversa e in parte raccontano di se stessi, del proprio percorso migratorio» spiega Rossella Semino, di Accra che ha curato il progetto. Ne risulta un itinerario a piedi di un paio d’ore in cui si visitano luoghi di culto delle comunità che vivono la zona, negozi multietinici dove acquistare prodotti esotici, incontri con commercianti italianissimi che hanno assecondato il cambiamento, assaggi in ristoranti etnici. «La parte dell’assaggio è quella che più scioglie le diffidenze» racconta Rosina. Quasi che a tavola tutti fossimo più capaci di metter da parte i pregiudizi e fossimo più aperti a incontrare l’altro.
 
L'ITINERARIO ALL'ESQUILINO
L’itinerario di questa settimana parte davanti alla Porta Magica di Piazza Vittorio e tocca, a piedi, i portici di Piazza Vittorio, il Tempio buddista Cinese, l’Auditorium di Mecenate, la Chiesa di Sant’Alfonso, l’Arco di Gallieno, le Mura Serviane, la Chiesa di San Vito e il Centro islamico, l’Acquario Romano per chiudersi tra le spezie e i profumi al Nuovo Mercato Esquilino.
 
Quota di partecipazione: soci Touring 10 euro, non soci Touring 13 euro
Appuntamento alle 10 davanti alla Porta Magica nei Giardini di Piazza Vittorio
 
Per saperne di più su Migrantour leggi l’inchiesta pubblicata su Touring di ottobre, qui