Scopri il mondo Touring
  • Home
  • News Touring
  • >
  • Quirinale. L'orgoglio di essere volontari Touring

I volontari Tci per il patrimonio culturale a Roma operano nel Palazzo più importante d'Italia. Ecco le loro impressioni

Quirinale. L'orgoglio di essere volontari Touring

di 
Piero Carlesi e Renato Scialpi
24 Febbraio 2016
«Il volontariato è una grande risorsa per il nostro Paese – ha sottolineato il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella in occasione delle celebrazioni per la Giornata internazionale del volontariato lo scorso 5 dicembre al Quirinale – È una ricchezza che non si può calcolare soltanto in termini economici. Fate parte dell'Italia migliore. Siete un esempio per tutti gli italiani e potete esserne fieri. Mi permetto di dirvi di continuare, di andare avanti, anche quando le difficoltà sembrano insormontabili». Un messaggio che il Touring Club Italiano, da sempre servitore civile delle istituzioni, i suoi soci e gli oltre 2.100 volontari Tci per il patrimonio culturale hanno ben chiaro. Tanto da avere accolto oltre sette milioni di visitatori in dieci anni di attività dell'iniziativa “Aperti per Voi” che rende accessibili, tutto l'anno, monumenti, chiese e musei in 25 diverse città d'Italia.

 
IL VOLONTARIATO AL QUIRINALE
Tra i 66 monumenti che i volontari Tci hanno adottato in tutto il Paese, da giugno dello scorso anno ce n'è uno che, inevitabilmente, primeggia ed è proprio il Palazzo del Quirinale, dove cinque giorni alla settimana secondo il desiderio espresso da Sergio Mattarella i volontari Tci contribuiscono a rendere possibile la visita del complesso, accompagnando i visitatori insieme agli studenti tirocinanti delle università di Roma lungo due percorsi differenti, uno artistico-istituzionale (che dura un'ora e venti) e l'altro tematico, della durata di due ore e mezza. Dettagli e prenotazioni su palazzo.quirinale.it. Nella foto, il presidente Mattarella riceve un gruppo di volontari Tci.


 
ALL'OPERA NELLA “CASA DEGLI ITALIANI”
Che cosa significa prestare la propria opera al Quirinale? Ecco le impressioni e i commenti di alcuni soci Tci volontari per il patrimonio culturale che prestano la loro opera al Palazzo nell'ambito dell'iniziativa “Aperti per Voi”.
 
Pino Soldani svolge il suo volontariato al Quirinale mezza giornata alla settimana: «I visitatori italiani sono tutti molto riconoscenti che il Presidente Mattarella abbia aperto le porte del Quirinale e restano a bocca aperta per la maestosità delle sale e dalla bellezza del giardino». Ritiene inoltre molto azzeccato l'aver associato i volontari del Tci agli studenti: «I ragazzi sono entusiasti e molti dopo aver fatto sei mesi di tirocinio qui, si associano per fare poi i volontari anche presso altri siti di Roma».
 
Anche Elena Cipriani dedica al Quirinale 4-5 ore settimanalmente, dopo essere stata volontaria di Aperti per voi al Museo delle Mura, al Circo di Massenzio e al Vittoriano. «L'unica reazione negativa dei visitatori è che valutano le visite come troppo brevi, nonostante durino poco meno di un'ora e mezza, ma il giudizio è comunque altamente positivo». Aggiunge una curiosità che fa sorridere: «Un bambino ha scritto sul libro dei visitatori: “Da grande voglio fare il Presidente per stare qui...”». Nella foto: una sala d'udienza.
 
 
PER GLI STRANIERI; VIDEO IIN INGLESE E FRANCESE
«I visitatori sono per la maggior parte italiani, ma gli stranieri sono trattati altrettanto bene perché si fa vedere loro un video introduttivo in inglese o in francese, a scelta» ricorda Paolo Venturi, già volontario al Vittoriano, che dedica al Quirinale una giornata alla settimana. «Molti vorrebbero fare la visita di due ore, ma poi optano per quella breve perché per quella lunga la lista d'attesa è molto lunga, anche tre mesi».
 
Gabriella Palombo era socia del Tci già da giovane, poi si è allontanata: «Casi della vita...». Oggi è tornata nella famiglia del Touring proprio per fare la volontaria culturale: «Essere a disposizione degli altri per far vedere loro le bellezze di questo palazzo è veramente appagante, dà grande soddisfazione». E non può dimenticare «un vecchietto siciliano, talmente entusiasta della visita che voleva a ogni costo acquistare il libro e il video di presentazione del Quirinale. Che però non sono in vendita. Ha talmente insistito che il personale del Palazzo alla fine gliel'ha regalato!».


 
DUE MILIONI E MEZZO DI VISITATORI
Dal giugno scorso il Palazzo del Quirinale ha totalizzato oltre 75mila visitatori. Nel corso del 2015 sono stati oltre due milioni e mezzo gli ospiti accolti dai volontari Tci in 25 diverse città d'Italia da Bolzano a Napoli, passando per Milano e Perugia. Giusto per citarne alcune.

E se al momento a Roma i ranghi dei volontari sono completi, non è lo stesso in molte località d'Italia. Una “mano in più” sarebbe ben accetta a Como, Crema, Genova, Modena, Padova, Perugia e Siena. L'invito è perciò a candidarsi, compilando il modulo online su touringclub.it/apertipervoi.

Immagini: Ufficio per la Stampa e la Comunicazione della Presidenza della Repubblica.
 
PER SAPERNE DI PIÙ
•  L'incontro del Presidente Mattarella con i volontari Touring per il Patrimonio culturale coinvolti nella visita del Palazzo del Quirinale.
•  il commento del giurista Gregorio Arena, presidente di Labsus - Laboratorio per la sussidiarietà, sul valore di educazione alla cittadinanza della visita.
•  L'approfondimento sulla visita dello Studio del Presidente.
•  L'approfondimento sulla visita dei Giardini del Quirinale.
 
•  Tutti i dettagli sulle modalità di prenotazione e visita sul sito della Presidenza della Repubblica.


Sotto, il video dell'annuncio del Presidente Sergio Mattarella il 2 giugno 2015.