Scopri il mondo Touring
  • Home
  • News Touring
  • >
  • Perché visitare a novembre i borghi Bandiera arancione

Dal Piemonte alla Calabria, che cosa non perdere nei paesi insigniti del riconoscimento Touring per le qualità turistiche e ambientali

Perché visitare a novembre i borghi Bandiera arancione

di 
Stefano Brambilla
28 Ottobre 2015

Novembre, tempo di sapori autunnali, di vendemmie e di boschi che si ammantano di colori nuovi: perché non ne approfittate per visitare qualcuno dei 211 borghi dove sventola la Bandiera arancione del Tci? Da anni il Touring Club Italiano certifica con il marchio di Bandiera arancione le piccole località dell'entroterra che si distinguono per le loro qualità turistiche e ambientali. Sono borghi, in poche parole, dove il turista trova tutti i servizi per la visita, dall'ufficio turistico alla segnaletica; e dove il patrimonio culturale, artistico e paesaggistico è ben valorizzato e tutelato. Borghi accoglienti, per dirlo con un solo aggettivo, tutti da scoprire.

Molti di questi borghi sono perfetti per una visita autunnale: è il momento ideale per scoprirli e passare una giornata diversa dal solito. Vi proponiamo qui qualche suggerimento, ma potete saperne di più sul sito www.bandierearancioni.it, dove sono presenti anche le schede dei 211 paesi con i suggerimenti sulle attrazioni da non perdere. Il sito di Bandiere arancioni è peraltro uscito con la sua nuova versione (restyling grafico totale e logica complessiva orientata al turista) ed è tutto da scoprire! 

PIEMONTE
Non c'è stagione migliore per visitare le Langhe. Tra i tanti paesi che meritano una visita, tutti in provincia di Cuneo, segnaliamo Barolo, patria dell'omonimo vino e sede di un museo dedicato all'enologia davvero interessante; Monforte d'Alba, che regala scorci bellissimi tra le vie del centro storico; e Bergolo, situato in una favolosa posizione in cima a un colle: se avete la fortuna di capitarvi in una giornata tersa, vi ricorderete per lungo tempo la strada per arrivarci!



LOMBARDIA
Per chi ha voglia di una passeggiata autunnale, consigliamo due località Bandiera arancione: Chiavenna (So), suggestivo borgo nei cui pressi è da non perdere la facile escursione nel parco delle Marmitte dei Giganti, e Castellaro Lagusello (Mn), da cui passa la meravigliosa pista ciclabile che costeggia il Mincio: partite da Peschiera e immergetevi nei colori novembrini del fiume!



LIGURIA
Tempo di olio nuovo anche in Liguria: è il momento ideale per una gita nell'Imperiese, per esempio ai borghi di Airole, Pigna e Apricale, esempi perfetti di paesi medievali abbarbicati alle colline dell'entroterra. Il museo di Pigna è dedicato anche all'olio, così come quello di Airole; ad Apricale il nucleo storico è tra i più belli della Liguria. E non mancate di assaggiare le specialità locali!  



TRENTINO ALTO ADIGE
Voglia di relax? Troverete tranquillità e accoglienza a Caderzone Terme (Tn), ai piedi delle Dolomiti del Brenta. Passeggiate, buona tavola e soprattutto le terme, piccole e a misura d'uomo.



VENETO
Una giornata in montagna a novembre non si dimentica: i colori dei larici si mescolano a quelli degli alberi sempreverdi. Sappada, in provincia di Belluno, è un borgo incantevole da cui partire sui tanti sentieri dei dintorni.



EMILIA ROMAGNA
Brisighella (Ra) ogni domenica di novembre è dedicata a una sagra. Protagonisti il maiale, la pera volpina, il tartufo, l'olio: c'è di che leccarsi i baffi! Info: www.brisighella.org/eventi



TOSCANA
Nel Comune di Casciana Terme Lari (Pi), meta ideale per chi vuole rilassarsi, senza rinunciare all’aspetto culturale ed enogastronomico, è da non perdere il complesso termale di Casciana Terme, fatto costruire da Federico da Montefeltro nel 1311, modificato e riammodernato nei secoli fino alla bella facciata neoclassica del 1870. Il castello dei Vicari a Lari, invece, è visitabile con un suggestivo percorso che attraverso la sala dei tormenti conduce fino ai sotterranei. 



MARCHE
Genga (An), famosa per le sue grotte di Frasassi (visitabili tutto l’anno), il più spettacolare complesso di questo genere conosciuto nelle Marche. La cavità maggiore è detta Grotta del Vento e si dice che potrebbe contenere il Duomo di Milano. Da non perdere anche il santuario del Valadier, incastonato in una parete rocciosa!



LAZIO
Una gita al lago, per esempio quello di Bolsena (Vt), regala scorci bellissimi anche d'autunno. Per esempio in bicicletta. Ma da non perdere, nella cittadina Bandiera arancione, anche il Museo Territoriale del borgo antico, all’interno del possente Castello Monaldeschi, e l’originalissima collegiata di Santa Cristina. 



ABRUZZO
Siete mai stati a Palena? Il borgo in provincia di Chieti non solo conserva uno splendido castello, ma è immerso tra le montagne del parco nazionale della Majella, che d'autunno regalano bellissimi colori (da non perdere, per esempio, il bosco di faggi dedicato a Sant'Antonio).



PUGLIA
Accanto ai più famosi Alberobello e Ostuni, il borgo di Cisternino (Br) offre scorci incantevoli. E anche artigianato e prodotti gastronomici di qualità: l'ideale per una gita domenicale, anche a novembre.



BASILICATA
Una chiesa, un castello, un parco letterario dedicato a Isabella Morra; ma anche la vicinanza al parco nazionale del Pollino, un altro luogo del Sud Italia dove l'autunno regala scenari mozzafiato. E' Valsinni, borgo in provincia di Matera e naturalmente Bandiera arancione.



CALABRIA
Andate a mangiare una lestopitta, una frittella di farina e acqua, fritta nell´olio, a Bova (Rc)!. E dopo aver visto museo e cattedrale, esplorate il parco dell'Aspromonte per i colori dell'autunno.