Scopri il mondo Touring
  • Home
  • News Touring
  • >
  • Milano: con il Tci per scoprire il quartiere Tortona

Dal 12 dicembre, cinque appuntamenti nella città postindustriale

Milano: con il Tci per scoprire il quartiere Tortona

di 
Renato Scialpi
4 Dicembre 2015
Come rinasce un quartiere un tempo occupato solo da industrie? L'invito a scoprirlo arriva dal Tci che, a partire dal 12 dicembre e fino a fine febbraio, propone cinque appuntamenti per altrettanti itinerari di visita guidata gratuita del quartiere Tortona, il settore di città che circonda il Mudec, il museo delle culture (foto sotto) inaugurato pochi mesi fa all'interno del complesso ex Ansaldo di via Tortona.
 
UN PROGETTO PER CONOSCERE MEGLIO LA CITTÀ
Intitolato “La Milano postindustriale si apre alle Culture” il ciclo di visite organizzate dal Touring Club Italiano si propone di far conoscere meglio, a soci e non soci, un settore della città che, a partire dagli assi Settanta dell'Ottocento, per più di un secolo è stato il fulcro di importanti attività industriali grazie alla vicinanza col Naviglio Grande e con l'Olona, per quello che riguardava l'approvvigionamento d'acqua e il trasporto delle materie prime, e la ferrovia, con la stazione di Porta Genova, lo scalo merci e i binari di raccordo diretto tra le industrie e la linea Milano-Vigevano. Importanti i nomi, Riva Calzoni, Schlumberger e Ansaldo sono solo alcune delle grandi aziende che avevano sede in riva al Naviglio Grande tra le parallele via Savona e via Tortona fin verso lo scalo S. Cristoforo. E che oggi sono state "sostituite" dai laboratori del Teatro alla Scala, dal Mudec, dalle sedi amministrative di società di revisione (Deloitte) e di multinazionali (Nestlé).
 
 
L'ITINERARIO DEL 12 DICEMBRE
Partendo dalla stazione di Porta Genova, ormai prossima alla dismissione, il percorso punta sulle realtà industriali del primo tratto di via Tortona a ridosso dello scalo, localizzate tra via Forcella e via Bugatti. In particolare sarò focalizzata, in via Bugatti, sulla ex Galvanotecnica Bugatti di via Gaspare Bugatti 7, attiva fin dal 1923, che si occupava sia produrre impianti per bagni galvanici sia di prodotti galvanici. Lo stabilimento è stato riqualificato (foto in basso) su progetto di Virginio Caccia Dominioni e Achille Balossi Restelli, conservando le murature a vista in mattoni pieni, le colonne di ghisa e le coperture sostenute da strutture metalliche. Trasformandosi in un interessante esempio di archeologia industriale e una location molto apprezzata sia per sfilate di moda sia nel periodo della Settimana del Design.

L'ITINERARIO DEL 19 DICEMBRE
Meta dell'itinerario del 19 dicembre alcune realtà produttive della zona. La visita parte dal grande fabbricato della Riva, le cui attività di realizzazione di macchinari a vapore risalgono al 1861, prosegue visitando in esterno gli spazi della ditta Schlumberger, produttrice di strumenti di precisione (via Savona 97), per concludersi alla Galvanotecnica Bugatti, interessante esempio di archeologia industriale. Per quest'ultimo sito la sapiente mano dell’architetto Caccia Dominioni ha saputo conservare significativi elementi dell’antica vocazione industriale del sito, che consentono una lettura della complessa stratificazione storica dell’edificio (vedi anche descrizione precedente). Interessanti sono i laboratori chimici, ancora perfettamente conservati, oltre a elementi della segnaletica dell’antica fabbrica.
 
INFO
Le visite guidate, della durata di circa due ore, si svolgeranno il sabato pomeriggio in gruppi; partenza alle ore 15; la partecipazione è gratuita su prenotazione; posti limitati.
Info e prenotazioni, dal 9 dicembre: ProntoTouring, tel. 840.888802.