Scopri il mondo Touring
  • Home
  • News Touring
  • >
  • L’Orto botanico Città Studi di Milano apre al pubblico grazie ai volontari Tci

Dal 1° marzo i volontari accolgono i visitatori dal martedì al venerdì

L’Orto botanico Città Studi di Milano apre al pubblico grazie ai volontari Tci

28 Febbraio 2017

Un nuovo gioiello entra a far parte dei luoghi "Aperti per Voi" dai Volontari per il Patrimonio culturale del Touring Club Italiano. Da mercoledì 1° marzo, infatti, I Volontari accoglieranno il pubblico all’Orto botanico Città Studi di Milano: un "tesoro segreto" realizzato dall’Università Statale di Milano nel 2001 e recentemente riconosciuto dalla regione Lombardia come Museo insieme all'Orto botanico di Brera.

L'ORTO BOTANICO CITTÀ STUDI
Sono in pochi i milanesi che conoscono quest'Orto botanico. La zona, compresa tra le vie Valvassori Peroni, Vanzetti e Golgi (nei pressi del Politecnico e delle facoltà scientifiche dell'Università Statale) è stata sede fino a metà Novecento di un fiorente centro agricolo, per poi venire gradualmente abbandonata al degrado fino a quando l’Università Statale l’ha riqualificata con la realizzazione nel 2001 dell'Orto Botanico su un terreno dato in concessione dal Comune di Milano. 
 
 
L'Orto occupa oggi una superficie di 25mila metri quadrati ed è sede di attività di ricerca scientifica, con utilizzo delle serre sperimentali, nonché di didattica universitaria e di divulgazione per le scuole. È stato realizzato ricostruendo alcuni ambienti tipici della Lombardia, una delle regioni italiane più ricche di specie animali e vegetali, purtroppo soffocate sempre più dal crescente tasso di antropizzazione del territorio. L’area rappresenta il tentativo di coniugare le attività di un Orto Botanico (conservazione, valorizzazione delle specie vegetali, ricerca e didattica) con la fruizione di uno spazio pubblico: Il risultato è uno spazio polifunzionale che si potrebbe definire "a più livell": per la conservazione e valorizzazione delle specie vegetali, la ricerca, la didattica, la cultura in generale, il relax e la socializzazione.
 
I visitatori potranno ammirare moltissime specie vegetali particolari, come piante carnivore, mirmecofile (cioè "amiche" delle formiche), succulente, acquatiche, tintorie, bromeliacee, localizzate parte in serra e parte all'aperto. Un punto di forza è rappresentato proprio dalle serre, tre strutture all’avanguardia dedicate al ricovero di alcune essenze durante il periodo invernale e alla coltivazione delle piante in un ambiente controllato (temperatura, umidità, ore luce etc.)  
 

LE DICHIARAZIONI
“Siamo molto orgogliosi di questa nuova collaborazione con l’Università Statale di Milano" afferma Franco Iseppi, Presidente del Touring Club Italiano "che ci permette di avvicinare un pubblico di studenti e di giovani al volontariato culturale e che può costituire la prima di tappa di una proficua collaborazione. Siamo anche fieri di poter far conoscere ai milanesi (ma anche ai turisti) un luogo poco conosciuto ma di grande interesse e di sicuro fascino”.
 
“Siamo molto grati al Touring Club Italiano e ai suoi preziosissimi volontari che ci permetteranno di aprire regolarmente al pubblico questo luogo così ricco di bellezza – afferma Gianluca Vago, Rettore dell’Università degli Studi di Milano. La Statale sta lavorando su diversi fronti per restituire ai milanesi spazi ed edifici che hanno fatto la storia di questa città e che devono riprendere ad esserne snodi fondamentali di socializzazione, di scambio e di diffusione del patrimonio culturale storico, artistico e scientifico che abbiamo il dovere di tutelare e diffondere”.
 

APERTI PER VOI A MILANO
Oltre all’Orto Botanico Città Studi i volontari milanesi, che sono circa 800, si impegnano già nell’accoglienza presso gli altri 16 luoghi culturali e religiosi della città tra i quali l’Archivio di Stato, la Chiesa di San Maurizio al Monastero Maggiore, l’Antiquarium “Alda Levi”- Parco dell’anfiteatro romano, il Museo Studio Francesco Messina, la Casa Museo Boschi Di Stefano, la Cripta di San Giovanni in Conca e la Chiesa di San Satiro.

L’apertura dell’Orto Botanico è il frutto della ultradecennale esperienza dell’iniziativa “Aperti per Voi” e dei Volontari del Touring Club Italiano per il Patrimonio Culturale per accogliere visitatori nei siti d’arte altrimenti inaccessibili al pubblico o aperti con forti limitazioni di orario. Dal 2005, anno in cui è nata l’iniziativa, ad oggi tanti i successi: 2100 i Volontari attivi oggi in tutta Italia, 66 i luoghi aperti in 27 città italiane in 13 regioni e quasi 10 milioni i visitatori accolti.


INFORMAZIONI
L'Orto botanico Città Studi è in via Camillo Golgi 18
I Volontari Touring accompagneranno il pubblico dal martedì al venerdì, dalle 9 alle 17.