Scopri il mondo Touring

Al Touring martedì sera si parla di biciclette, eroi e buone letture

Italia, paese di ciclisti

di 
Tino Mantarro
18 Giugno 2012

Se gli eroi della storia sono tutti giovani e belli per definizione, gli eroi del ciclismo sono mediamente tutti sudati e sporchi: infangati da chilometri di salite, spossati dall'ultima tirata, accaldati dopo l'ennesimo strappo. Una caratteristica che li accomuna immediatamente agli eroi omerici. E allora sarà forse per questo che le gesta degli onesti faticatori del pedale diventano subito epiche e rimangono più impresse nella memoria. Una memoria che adesso viene alimentata da un libro, Attenzione, ciclisti in giro, curato dal giornalista della Gazzetta Marco Pastonesi e da Fernanda Pessolano (Ediciclo, pag. 272, 13 euro) che contribuisce a trasformare in epica le piccole grandi storie della ciclismo, dal Pirata Pantani a Coppi, dai gragari senza nome alla mitica Alfonsina, grazie anche al contributo di scrittori come Gianni Mura e Gian Luca Favetto.


 


E martedì 26 alle 18.30 nella sede del Touring Club Italiano in Corso Italia 10 ci sarà la possibilità di sentire Marco Pastonesi raccontare alcune di queste storie introdotto dal direttore di Touring, Silvestro Serra. La serata sarà anche l'occasione per presentare in anteprima il nuovo numero di Speciale Qui Touring Italia in bici, un monografico di 176 pagine interamente dedicata alle due ruote. Dagli itinerari perl un weekend perfetto per scoprire l'Italia servendosi della bicicletta, ai consigli per lo shopping in sella, perché oramai le bici sono diventate un oggetto di tendenza. Senza tralasciare l'approfondimento, con le inchieste sulla mobilità alternativa: dal successo del bike sharing, alla conversione della ferrovie abbandonate. Insomma: il Touring torna alle origini e si rimettte in sella. E martedì è solo una prima tappa.