Scopri il mondo Touring

Le parole del presidente Iseppi

Il Touring e il turismo di oggi

di 
Luca Bonora
18 Febbraio 2011

 "Oggi il Touring ha la responsabilità di essere protagonista nelle scelte che il Paese dovrà campiere nel settore turistico e non solo. Protagonista in termini di idee, mettendo a disposizione delle istituzioni locali e nazionali - che sole hanno la responsabilità delle decisioni politiche - le proprie competenze, fornendo stimoli, spunti di discussione e proposte concrete." Con queste parole il presidente Tci Franco Iseppi, ieri in Bit al termine della giornata Touring, ha sintetizzato l'impegno che il sodalizio intende sempre più assumere nel panorama italiano, un panorama  che ci vede protagonisti in quanto principale associazione di viaggiatori del Paese. 


 



Il tema del turismo culturale è stato il filo rosso di tutti e tre i convegni organizzati dal Tci alla Bit, dedicati nell'ordine ai viaggi d'istruzione, (la cosiddetta gita scolastica), al turismo culturale propriamente detto e alla presentazione del nuovo catalogo Viaggi del Club Touring -  definizione viaggi culturali - realizzato in partnership con Naar. Viaggi del Club che, nelle parole di Iseppi - "Il viaggio culturale e la cultura del viaggio assumeranno sempre più una funzione caratterizzante, fino a diventare uno degli elementi distintivi dell'associazione." - andranno sempre più a caratterizzare l'immagine del Touring.


 


L'intervento del presidente Iseppi è giunto al termine di una giornata di convegni organizzati dal Touring. Di particolare prestigio è stata la tavola rotonda dal titolo Oltre il museo. Nuove idee per il turismo culturale italiano, cui hanno preso parte tra gli altri il Ministero per i beni e le Attività culturali nella persona di Manuel Roberto Guido, il vicepresidente Tci nonché membro del comitato scientifico dell'Expo 2015 Claudia Sorlini, e ancora Mauro Bongiorno, responsabile del coordinamento generale dell'Opera Romana Pellegrinaggi, l'assessore ai Beni culturali della Regione Siciliana Sebastiano Missineo, Walter Santagata, professore di Economia della cultura all'Università di Torino e Oliver Zahn, responsabile Olimar Reisen, tour operator tedesco particolarmente attento al turismo culturale in Italia e non solo. A moderare il dibattito, Gianfranco Fabi, già direttore di Radio24.


 


 


La giornata Touring in Bit era stata aperta dall'incontro dedicato al turismo scolastico, dal titolo La scuola in viaggio, cui hanno preso parte Giancarlo Lombardi, consigliere Tci e già Ministro della Pubblica istruzione, Giuseppe Colosio, direttore generale Usr Lombardia, il professor Michele Del Vecchio, dirigente dell'istituto Claudio Varalli di Milano, e il professor Paolo Corvo dell'Università cattolica di Brescia, e Leonardo Devoti, responsabile del settore Giovani, Educazione e Scuola del Touring.


 


Lombardi ha aperto il dibattito sottolineando l'importanza della gita scolastica come prima esperienza di turismo culturale per molti ragazzi, e l'attenzione che il Tci rivolge a questo segmento. "Oggi la gita scolastica tradizionale è in crisi perché il mondo si è rimpicciolito - ha detto - e il turismo scolastico è in discussione. Secondo il Tci, occorre ripensare la gita scolastica perché è uno strumento educativo e culturale imprescindibile. Ed è un ripensamento da fare tutti insieme, docenti, ragazzi e genitori".


Il professor Corvo ha sottolineato come le moderne tecnologia, da Facebook a Twitter, ai blog, possano diventare strumenti per allargare la memoria dell'esperienza di viaggio e vanno assolutamente sfruttate in questo loro potenziale. Infine il Festival del Turismo scolastico, ospitato nel 2010 a Benevento (nella foto, la premiazione), è stato il tema dell'intervento di Devoti.