Scopri il mondo Touring
  • Home
  • News Touring
  • I Volontari Touring accolgono i visitatori all’Archivio di Stato di Milano

Dal 28 gennaio i volontari accolgono i visitatori ogni sabato, dalle 10 alle 13.30

I Volontari Touring accolgono i visitatori all’Archivio di Stato di Milano

19 Gennaio 2017

Annunciata oggi una nuova, importante collaborazione per il Touring Club Italiano, nell'ambito dell'iniziativa Aperti per Voi. A partire dal 28 gennaio ogni sabato i Volontari Touring per il Patrimonio culturale si impegneranno nella valorizzazione dell’Archivio di Stato di Milano, garantendo l’accoglienza dei visitatori dalle 10 alle 13.30.


LA VISITA ALL'ARCHIVIO DI STATO
È una grande opportunità per scoprire alcune delle testimonianze storiche e documentaristiche più importanti della città, grazie a un percorso specifico ideato appositamente per i cittadini e turisti che possono approfondire i propri interessi all’interno dell’Aula Didattica (allestita mediante 11 pannelli) e grazie all’iniziativa “Documento del mese”, che con cadenza mensile espone a rotazione una scelta tra i più prestigiosi e affascinanti documenti dell’Archivio di Stato. In aggiunta il Touring, oltre a garantire l’apertura, si impegna a realizzare una serie di eventi culturali (visite guidate, reading letterari e musicali) per animare il luogo e la sua storia (aggiornamento del 5 marzo: ecco il ciclo di reading dedicati).

Il patrimonio di documenti conservato nell'Archivio di Stato di Milano occupa circa 40 chilometri lineari di scaffali, per un totale di oltre 180.000 "pezzi" (fascicoli, volumi, rotoli, registri, mappe ecc.) e 150.000 pergamene consultabili nella sala di studio. Il palazzo di via Senato 10 che ospita l'Archivio era in origine il Collegio Elvetico, costruito a partire dal 1608. Chiuso il collegio dopo il 1786, il complesso fu sede del Consiglio Governativo di Milano e subì le modifiche apportate da Giuseppe Piermarini e Marcellino Segrè. Nel periodo napoleonico il palazzo ospitò moltissimi enti: prima il Gran Consiglio degli Juniori della Repubblica Cisalpina (1797-1802), poi il Ministero della guerra della Repubblica Italiana e del Regno d’Italia (1802-1808), e quindi il Senato del Regno (1809-1814); durante la restaurazione vi si stabilirono il Comando Imperiale e la Cancelleria Austriaca (1814-1816), e poi la Contabilità dello Stato (1816-1859). Avvenuta l’Unità d'Italia, quello che era ormai aveva preso il nome di Palazzo del Senato assunse funzioni culturali e di studio; primo nucleo dell’Università Statale, con il 1865 si avviarono le pratiche per trasformare la sede in Archivio di Stato di Milano che condivise gli spazi per circa quindici anni con altre istituzioni e poi, a partire dal 1886, “divenne lo stabile ed esclusivo istituto ospitato nel Palazzo del Senato”.
 
 
LE DICHIARAZIONI
“La collaborazione con l’Archivio di Stato di Milano – afferma Franco Iseppi, Presidente del Touring Club Italiano – permette di far conoscere (e in un certo senso “restituire”) ai milanesi e ai turisti una parte importante e spesso non sufficientemente conosciuta del nostro patrimonio culturale. La nostra disponibilità a creare appartenenza (e anche inclusione sociale) attraverso i beni che esprimono l’identità e la distintività della nostra storia è tra le finalità della nostra Associazione, nata a Milano, 122 anni fa, che ha da sempre prodotto, facilitato e promosso la conoscenza dei nostri giacimenti storici.”
 
“Si tratta di una collaborazione che l’Archivio di Stato di Milano ha fortemente voluto – aggiunge Benedetto Luigi Compagnoni, Direttore dell’Archivio di Stato di Milano – e rientra nell’ambizioso progetto di costituire in Archivio un vero e proprio centro culturale che sia per la città di Milano un effettivo punto di riferimento. La mission dell’Archivio di Stato di Milano infatti è nella conservazione non fine a se stessa, ma orientata alla diffusione a un pubblico sempre più vasto del patrimonio documentale conservato attraverso le tante iniziative proposte, che renderanno il Palazzo del Senato una vera e propria oasi culturale nel centro della città”.
 

LA PRESENZA DI APERTI PER VOI A MILANO
Oltre all’Archivio di Stato i volontari milanesi, che sono circa 800, si impegnano già nell’accoglienza presso altri 15 luoghi culturali e religiosi della città tra i quali la Chiesa di San Maurizio al Monastero Maggiore, l’Antiquarium “Alda Levi”- Parco dell’anfiteatro romano, il Museo Studio Francesco Messina, la Casa Museo Boschi Di Stefano e la Cripta di San Giovanni in Conca.
 
L’apertura dell’Archivio di Stato di Milano è il frutto della ultradecennale esperienza dell’iniziativa “Aperti per Voi” e dei Volontari del Touring Club Italiano per il Patrimonio Culturale per accogliere visitatori nei siti d’arte altrimenti inaccessibili al pubblico o aperti con forti limitazioni di orario. Dal 2005, anno in cui è nata l’iniziativa, ad oggi tanti i successi: 2100 i Volontari attivi oggi in tutta Italia, 65 i luoghi aperti in 27 città italiane in 13 regioni e quasi 10 milioni i visitatori accolti.
 

INFO
Archivio di Stato, Palazzo del Senato

Via Senato 10, Milano
Aperto dai Volontari Tci tutti i sabati dalle 10 alle 13.30