Scopri il mondo Touring

Concluso il concorso “Lo scrivo io” indetto dalla Gazzetta del Mezzogiorno. Col sostegno anche del Touring

Giornalisti in erba, premiati a Lecce

di 
Renato Scialpi
4 Giugno 2015
Clima di festa e sala gremita, mercoledì 3 giugno al centro congressi dell'hotel Tiziano a Lecce, per la premiazione della diciassettesima edizione del concorso Lo scrivo io – L'attualità raccontata dai giovani indetto dalla Gazzetta del Mezzogiorno col sostegno, tra gli altri, del Touring Club Italiano che contribuisce al monte premi con 20 pacchi di pubblicazioni Tci. Il concorso si rivolge agli studenti delle scuole primaria, secondaria inferiore, secondaria superiore e dell'università. Ad aprire la cerimonia, l'esecuzione dell'inno dell'Unione Europea svolta dall'orchestra giovanile di studenti delle scuole medie di Guagnano (Le).
 
Come ha voluto sottolineare il console Tci di Lecce, Mario Giangrande, “il sostegno a questa iniziativa è fondamentale per promuove la cultura del “fare conoscere l'Italia agli italiani” secondo il mandato statutario della nostra associazione. Gli studenti sono degli attenti osservatori dei luoghi e hanno straordinarie capacità di descriverei con loro punti di vista, del tutto particolari, monumenti e paesaggi. E un'enorme forza nel mettere in luce problemi e situazioni di disagio. Perché la scrittura è capace di trasmetterci gioie, ansie, speranze, preoccupazioni, ma anche di aprirci orizzonti inattesi sulla visione delle generazioni più giovani”. E il gran numero di partecipanti, anche per l'edizione 2015 del concorso, non può che confermare questo punto di vista.