Scopri il mondo Touring
  • Home
  • News Touring
  • >
  • Festival dei Due Mondi. Gli sconti per i soci Tci

Dal 26 giugno al 12 luglio Spoleto si trasforma in capitale culturale d'Italia. Un appuntamento da non perdere

Festival dei Due Mondi. Gli sconti per i soci Tci

di 
Renato Scialpi
23 Giugno 2015
Diciassette giorni mozzafiato, in un susseguirsi di grandi spettacoli: opere, concerti, balletti, recital, pièce teatrali, rassegne di cinema, laboratori, convegni, incontri, premi, concorsi, eventi speciali, senza dimenticare l’arte contemporanea. È il cartellone del Festival dei Due Mondi di Spoleto che, giunto all'edizione numero 58, si conferma un appuntamento culturale di straordinario spessore. E da quest'anno ha messo in campo una partnership col Touring Club Italiano, i cui soci possono contare su sconti speciali sui biglietti degli spettacoli.
 
GLI SCONTI PER I SOCI
Il Festival dei Due Mondi di Spoleto si svolge quest’anno dal 26 giugno al 12 luglio e riserva ai soci Touring il 20 per cento di sconto sui biglietti di tutti gli spettacoli (10 per cento per spettacoli di apertura e chiusura nonché antologica ragazzi). Un'occasione davvero straordinaria per avvicinarsi a una manifestazione che ogni di più conferma il suo carattere originale e il prestigio di costituire uno storico luogo di incontro tra culture diverse, che affianca a una consolidata vetrina di grandi artisti e di nomi emergenti, un'eccezionale officina di produzioni originali.
 
IL CARTELLONE 2015
A dare il là al Festival 2015 una produzione nuova di zecca dell'opera Così fan tutte di Mozart, con la regia di Giorgio Ferrara che è anche il direttore artistico della manifestazione, costumi firmati dal premio oscar Dante Ferretti e James Conlon a dirigere l'orchestra giovanile Cherubini sul palco del Teatro Nuovo Giancarlo Menotti il 26 giugno. Ma è giusto ricordare che il Festival fa leva su un cartellone di eventi che punta a essere il più possibile accessibile al grande pubblico, per vastità e respiro dei temi affrontati ma anche dal punto di vista del portafogli sia con sconti sui biglietti degli spettacoli a pagamento sia con un gran numero di appuntamenti a ingresso gratuito. Per rendersene conto basta consultare la versione digitale del calendario e provare a contare il numero di etichette “gratuito” che vi si può trovare.
 
LE COLLABORAZIONI
Detto che il manifesto di quest'anno è firmato da Fernando Botero, come tiene a sottolineare Giorgio Ferrara, direttore artistico della manifestazione: «Il Festival dei Due Mondi è un appuntamento antico che si rinnova, mai eguale tuttavia, se non nei luoghi e nell’amore per ciò che è bello». Ed è con questo spirito che va segnalata anche la collaborazione con altre prestigiose istituzioni artistiche italiane come il Festival di Ravenna, la Fondazione Teatro Coccia di Novara, il Teatro Metastasio Stabile di Prato. A queste si aggiunge quest’anno il gemellaggio artistico internazionale con il Beiteddine Art Festival con l’intento di creare una piattaforma culturale comune per Medio Oriente ed Europa che vada ad affiancarsi al polo, già invocato fin dalla prima edizione, esistente negli Stati Uniti (i due mondi: Europa e Usa) con la filiale statunitense di Charleston in Carolina del Sud.