Scopri il mondo Touring
  • Home
  • News Touring
  • >
  • Classe Turistica: il festival è anche online

Sono già più di 80 i filmati caricati sul canale YouTube di Touring Giovani

Classe Turistica: il festival è anche online

di 
Renato Scialpi
30 Luglio 2013

L'appuntamento con la finalissima dell'edizione 2013 di Classe Turistica, il Festival del Turismo Scolastico, è per il 17-19 ottobre a Trieste. Ma i lavori delle classi partecipanti sono già arrivati in gran numero e, in attesa che la giuria completi il suo lavoro di selezione per indicare i migliori lavori di ciascuna categoria, sul canale YouTube di Touring Giovani sono in corso di caricamento alcuni dei filmati realizzati dagli studenti partecipanti. Sia per il filone Viaggio di classe col racconto in prima persona dei viaggi di istruzione compiuti sia per quel che riguarda la serie Vieni da noi, ovvero la presentazione della propria città per promuovere il turismo scolastico verso quella destinazione.



A oggi i video di Classe Turistica disponibili online sono più di 80: alcuni sono stati abbreviati per esigenze di carattere tecnico, ma trasmettono tutti una carica di vitalità esemplare. Anche quando affrontano tutt'altro che leggeri, come la visita ai campi di concentramento svolta dagli studenti dell'istituto Einaudi Gramsci di Padova. L'invito è, ovviamente, a visionarli ed esprimere il proprio gradimento con un iLike attraverso la pagina facebook ufficiale di Touring Giovani: la giuria di Classe Turistica, incorruttibile, non si farà influenzare, ma non è detto che gli autori del video più votato non trovino il loro quarto d'ora di celebrità...



Questa edizione di Classe Turistica, come lo scorso anno, è indirizzata non solo a tutte le scuole superiori d’Italia ma anche alle scuole appartenenti alle minoranze italiane di Istria, Fiume e Dalmazia. Si tratta infatti di un’edizione speciale emersa dall’attività del tavolo di lavoro fra Miur Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca e associazioni degli esuli istriani-fiumani-dalmati che si avvale del contributo dell’Associazione Nazionale Venezia Giulia e Dalmazia e che è dedicata alla storia del confine orientale italiano.