Attenzione

La risorsa che stai cercando non è ancora disponibile.
Ti ricordiamo che il sito è in versione beta ed è in continuo aggiornamento.
Torna a trovarci spesso per scoprire tutte le novità.
Se invece cercavi un contenuto specifico vai su www.touringclub.it per avere la versione completa del nostro sito.

Sale a 191 il numero delle località certificate dal Tci

Benvenute Locorotondo e Oria

di 
Renato Scialpi
28 Maggio 2012

Sale ancora il numero delle località Bandiera arancione d'Italia. In Puglia sventolano infatti due nuove Bandiere che portano a 191 il numero complessivo delle piccole destinazioni d’eccellenza selezionate e certificate dal Touring. Le new entry sono Oria in provincia di Brindisi e Locorotondo in provincia di Bari che, a seguito dell’analisi condotta attraverso l’applicazione del modello di analisi territoriale, sono risultate in linea con gli standard turistico-ambientali Tci. E fanno salire a nove le località d’eccellenza dell’entroterra pugliese da scoprire nell’estate 2012.



I centri storici di entrambe le località “fresche di certificazione” hanno grande interesse storico-culturale e si distinguono per la cura che è stata prestata nel conservare l’armonia dell’abitato originario. Locorotondo, nella valle d’Itria, è celebre per il bianco abbagliante degli intonaci delle abitazioni; passeggiare nelle sue vie è un susseguirsi di scorci suggestivi. Altrettanto affascinante è il circostante paesaggio rurale, segnato da trulli e masserie. Di origini antichissime, Oria è dominata dal castello che svetta sull'abitato di impianto medievale, ricco di chiese e di palazzi. Celebre, a Oria, è il Corteo storico di Federico II, rievocazione che ogni estate ripropone l’atmosfera cavalleresca.



La Bandiera arancione è il marchio di qualità
turistico ambientale del Touring Club Italiano rivolto alle piccole località dell'entroterra che si distinguono per un’offerta di eccellenza e un’accoglienza di qualità. L’ottenimento del marchio avviene in base a diversi criteri tra i quali: la valorizzazione del patrimonio culturale, la tutela dell'ambiente, la cultura dell'ospitalità, l'accesso e la fruibilità delle risorse, la qualità della ricettività, della ristorazione e dei prodotti tipici. Il marchio ha validità biennale e richiede il mantenimento dei requisiti nel tempo. Maggiori dettagli sulle 191 località coinvolte nell'iniziativa, qui.