Attenzione

La risorsa che stai cercando non è ancora disponibile.
Ti ricordiamo che il sito è in versione beta ed è in continuo aggiornamento.
Torna a trovarci spesso per scoprire tutte le novità.
Se invece cercavi un contenuto specifico vai su www.touringclub.it per avere la versione completa del nostro sito.

La mostra sulle opere di Luca Signorelli a Orvieto, Perugia e Città di Castello

In Umbria, tra dipinti, natura e sapori

di 
Piero Carlesi
31 Maggio 2012

L'Umbria è un po' considerata la regione verde del Paese: in realtà è molto di più, è un territorio ricco di preziosi beni storico artistici immersi in un paesaggio ritmato da dolci rilievi collinari e dall'oasi serena del lago Trasimeno. C'è meta migliore per un week end in quest'ultimo scorcio di primavera che vede profilarsi già i primi tepori estivi? Si dirà che l'Italia è tutta da visitare, ma dovendo scegliere, l'Umbria certamente può essere messa ora al primo posto perché c'è un motivo specifico: l'opportunità di visitare la mostra Luca Signorelli: de ingegno et spirto pelegrino (1450-1523) – uno degli artisti più importanti del rinascimento italiano – allestita in tre sedi: Perugia, Orvieto e Città di Castello e aperta fino al 26 agosto prossimo.



Proprio in occasione della mostra
il Tci dell'Umbria, con i consoli di Orvieto e Città di Castello propongono a soci e simpatizzanti due giorni, il 2 e 3 giugno prossimi, alla scoperta dei capolavori del grande maestro.



Giorno 1 (2 giugno)

A partire dalle ore 10.30 -– e fino alle 19 – nella piazza del Duomo di Orvieto, presso il gazebo del Tci i consoli daranno il benvenuto ai partecipanti, che poi potranno partecipare alle visite guidate (da prenotare al console Alessandra Cannistrà, tel. 328.7515616, dalle ore 11 alle 16) alla cappella di S. Brizio in Duomo, che vanta uno splendido ciclo di affreschi del Giudizio Universale del Signorelli e alla mostra Luca Signorelli: de ingegno et spirto pelegrino allestita nelle due sedi del Modo, Museo dell'Opera del Duomo e della chiesa dei Ss. Apostoli. Il costo della visita guidata con un biglietto cumulativo ridotto per i soci Tci è di 6 euro.

Nella medesima giornata sarà possibile per i soci visitare – accompagnati dal console Francesco Della Ciana – palazzo Coelli, sede della Fondazione Cassa di risparmio di Orvieto, che eccezionalmente apre le porte ai soci del Touring dell'edificio che conserva la collezione di dipinti di Umberto Principe.



Giorno 2 (3 giugno)

Ai soci si chiede di spostarsi autonomamente a Città di Castello (a 128 km da Orvieto) e di continuare così la visita alla mostra di Luca Signorelli. L'appuntamento è per le ore 10.30 in piazza Matteotti dove troveranno il gazebo del Tci e i consoli. Qui il programma prevede la visita di un'altra sezione della mostra presso la Pinacoteca comunale a partire dalle ore 10.30.


Questo il programma ufficiale proposto dai consoli Tci dell'Umbria per il 2 e 3 giugno, che presso i loro gazebo a Orvieto e Città di Castello forniranno anche indirizzi utili sia per dormire sia per mangiare in esercizi convenzionati con il Tci per l'occasione.




A chi non potesse partecipare nelle giornate programmate del 2 e 3 giugno al programma del Touring suggeriamo visite autonome alle mostre su Luca Signorelli da farsi comunque entro il 26 agosto, come di seguito specificato.




Orvieto, Perugia e Città di Castello

Si può organizzare un week end in piena autonomia all'insegna di Luca Signorelli partendo da Orvieto e visitare qui la prima sezione della mostra, come precedentemente esposto. Al termine della visita di Orvieto (senza dimenticare di visitare anche i palazzi Papali e il pozzo di S. Patrizio) ci si può spostare a Perugia (a 78 km) per visitare la seconda sezione della mostra di Signorelli, allestita nella Galleria nazionale dell'Umbria a palazzo dei Priori. Una sosta nel capoluogo della regione è obbligatoria per ammirare il centro storico, le vie medievali, la Cattedrale, la Fontana maggiore e le antiche porte della città. Dopo il pernottamento a Perugia o nei dintorni (gradevolissime anche le località sul lago Trasimeno), nella giornata successiva ci si può portare a Città di Castello (a 40 km) e continuare la visita della terza sezione, alla Pinacoteca comunale, come descritto in precedenza. Anche qui, oltre alla mostra, è d'obbligo la visita al Duomo, al relativo Museo e alla Collezione Burri presso gli ex essiccatoi di tabacco, alla periferia sud del borgo.


 


Info


Per ogni informazione turistica sull'Umbria si fa riferimento al portale turistico della regione: www.regioneumbria.eu. Il sito dedicato alla mostra su Luca Signorelli è: www.mostrasignorelli.it.




Per dormire in Umbria si può consultare la pagina www.touringclub.it/convenzioni. A Orvieto vi sono 4 alberghi (La Badia****, Maitani****, Filippeschi*** e Gialletti***) che riconoscono uno sconto del 10% ai soci Tci e uno (Palazzo Piccolomini****) che fa lo sconto del 15%. A Perugia gli alberghi convenzionati che riconoscono lo sconto ai soci del 10% sono 12; un altro applica lo sconto del 15%; si va dal Brufani Palace*****L, all'Ilgo***. A Città di Castello, infine, due hotel convenzionati il Garden**** e il Tiferno****.




La tavola umbra è ricca di prodotti semplici e saporiti, dove prevale il gusto dell'olio extravergine di oliva. Da non perdere i salumi, il tartufo nero di Norcia, le paste rustiche e le carni alla griglia. Ottimi i vini del luogo, tra cui il celebre sagrantino.


Per mangiare consigliamo a Orvieto quattro ristoranti che applicano il 10% di sconto ai soci: le Grotte del Funaro (tel. 0763.343276), la Trattoria la Grotta (tel.0763.341348), il Pozzo etrusco (tel. 0763.344456) e la Trattoria del Moro Aronne (tel. 0763.342763). Invece a Perugia sono sei i ristoranti che applicano uno sconto ai soci; sono: Collins' (tel. 075.5732541), Deco (tel. 075.394220), l'Enoteca Giò Arte e vini (tel. 075.5731100), Fortebraccio (tel. 075.34653), Grifone, ristorante del Buon ricordo (tel. 075.5837616) e la Locande degli Artisti (tel. 075.5735851).