Scopri il mondo Touring
  • Viaggi
  • Itinerari e weekend
  • >
  • In camper nelle valli del Cuneese, tra splendide montagne e gastronomia doc

Itinerario ai confini del Piemonte in valle Stura, val Vermenagna e val Gesso

In camper nelle valli del Cuneese, tra splendide montagne e gastronomia doc

di 
Fabrizio Milanesi
20 Settembre 2017
 
Sono davvero poche, in Italia, le aree che possono vantare un’accoglienza per il turismo itinerante come le valli del Cuneese. Certo per scoprirle tutte non basterebbe una settimana, forse nemmeno due. Facciamo una scelta lasciando come sempre a voi la libertà di variare sul tema.  Per arrivare la via principale è l’autostrada A6 Torino-Savona, che a nord incrocia la A4 Torino-Trieste e a sud la A10 Genova-Ventimiglia. Le Langhe e il Roero si raggiungono anche con il raccordo Asti-Bra, che collega la A6 alla A21 Torino-Piacenza.
 
Se avete un camper, pensate a un’assicurazione con Linea Strada InCamper, il prodotto innovativo e conveniente di Vittoria Assicurazioni dedicato al mondo del camper!

Per richiedere un preventivo personalizzato, basta andare sul sito www.rcamper.it o chiamare il numero verde 800 403060: in pochi minuti potrete scoprire i vantaggi esclusivi dell'offerta ed acquistare direttamente la vostra assicurazione!
 
LA VALLE STURA DI DEMONTE
Si parte da Borgo San Dalmazzo percorrendo la statale 21 del Colle della Maddalena per varcare l’ingresso della Valle Stura, l’asse principale del territorio cuneese. La buona notizia per i camperisti è che bellezza paesaggistica e sapori del territorio sono godibili a pieno. In tutta la valle infatti le strutture ricettive open air scandiscono regolarmente il viaggio, dando la possibilità di sostare senza problemi fino al comune di Argentera.
 
Il centro della valle è Vinadio, il cui storico forte è uno dei simboli della provincia. Se un tempo era strategico per la difesa del territorio oggi il forte lo è per la sua promozione turistica. Una volta prevista la sosta con il vostro mezzo, è affascinante scoprire le vecchie strade militari che oggi sono diventate percorsi per passeggiate il bicicletta e piste per lo sci di fondo.
 
Ci rimettiamo in viaggio per conoscere gli altri paesi che segnano la valle. A Gaiola si può infatti approfittare dello scorrere del fiume Stura per provare l’avvincente esperienza del rafting. Demonte è invece una sosta che si può dedicare alla cultura e all’arte. Passeggiando sulla via centrale si sfila accanto a eleganti portoni fino ad arrivare al barocco palazzo Borelli e al Forte della Consolata.
 
Singolari sono anche la torre dell’Orologio e i resti dell’acquedotto romanico di Aisone, il cui semplice fascino di borgo montano si ritrova anche a Sambuco, Pietraporzio, Pontebernardo e nelle frazioni sparse di Argentera. Posto a sud di Cuneo si può ipotizzare di fare di Borgo San Dalmazzo la propria base per esplorare le valli che da qui partono.
 
Il lago superiore del Frisson, in valle Stura
 
LA VAL VERMENAGNA
È nota e frequentata grazie al richiamo di Limone Piemonte. Se si vuole mettere un piede in Francia si deve proseguire fino al Colle di Tenda anche se la strada è stretta, ma in condizioni meteo favorevoli, praticabile per veicoli dalle dimensioni standard. Chi avesse con se una Mtb c’è anche la possibilità di una escursione lungo la cresta. Trenta chilometri di strerrata.
 
Tornando in valle merita una sosta il paese di Vernante, colorato da un ciclo di murales dedicati alle Avventure di Pinocchio. E proprio qui inizia una piccola strada che si srotola nel Parco regionale Bosco e Laghi di Palanfré, la cui bellezza del paesaggio annuncia quella del parco delle Alpi Marittime.
 
I tornanti da vertigine sul Colle di Tenda
 
LA VALLE GESSO
Il terzo ramo di questo itinerario ai confini transalpini può partire sempre da Borgo San Dalmazzo. Poco oltre Valdieri la strada si biforca in direzione di Sant’Anna da un lato e di Entracque dall’altro, con la possibilità di una comoda sosta in entrambe le località. Vale la pena guadagnare un po’ di altitudine per ammirare gli splendidi prati che si aprono, soprattutto quelli distesi sulla conca di Valasco. Al contrario dei valloni che si protendono verso la cima dell’Argentera, apri e scoscesi.
 
GLI ITINERARI DEL GUSTO
Ci si può finalmente perdere, a tavola, tra le inesauribili risorse enogastronomiche di questo territorio. Langhe e Roero sono un cult, ma le vere sorprese si trovano assaporano nelle cucine delle valli, ispirate soprattutto alla tradizione alpina occitana. Polenta, patate e formaggi si accostano agli accenti dell’aglio, che rimanda alle origini provenzali di queste comunità.  
 
 
I SERVIZI PER I CAMPERISTI
Cuneo e Borgo San Dalmazzo: a Cuneo area attrezzata in località San Rocco Castagnaretta e in frazione Madonna dell’Olmo; a Borgo San Dalmazzo area attrezzata in via Vittorio Veneto, adiacente agli impianti sportivi.
Valle Stura: aree attrezzate ai Bagni di Vinadio presso le terme in località Strepeis; a Bersezio area attrezzata a pagamento nel parcheggio della seggiovia; a Gaiola punto sosta a pagamento presso il centro sportivo Rafting Canoa Stiera; a Pietraporzio area attrezzata a pagamento sulla statale 21 del Colle della Maddalena in frazione Pontebernardo; a Vinadio area attrezzata ai piedi del Forte sulla statale 21.
Val Vermenagna e Val Gesso: a Entracque area attrezzata a pagamento presso gli impianti sportivi Gelas, in località Mulino.
 
LE GUIDE TOURING 
Questo itinerario è stato ispirato dal volume TCI L'Italia in camper (realizzato in collaborazione con PleinAir)  da comprare nei Punti Touring sul nostro store on line a prezzo scontato!
 
L'ASSICURAZIONE PER CAMPERISTI
Se avete un camper, pensate a un’assicurazione con Linea Strada InCamper, il prodotto innovativo e conveniente di Vittoria Assicurazioni dedicato al mondo del camper!
Per richiedere un preventivo personalizzato, basta andare sul sito www.rcamper.it o chiamare il numero verde 800 403060: in pochi minuti potrete scoprire i vantaggi esclusivi dell'offerta ed acquistare direttamente la vostra assicurazione!