Scopri il mondo Touring
  • Community

S. TITO 2016

S. TITO 2016

Autore:STEFANIA VERDERIO
Concorso chiuso!

Immagine dal concorso Italia in bicicletta

“La festa dell’unione delle menti e dei cuori” E’ così che inizia una storia di affetto e cortesia, di solidarietà dopo tanta divisione tra le famiglie del paese di Casorate Sempione. Così si decide di proporre la festa dei fiori come rinnovato gesto di pacificazione. Nel 1926, XV centenario del glorioso martirio di San Tito, i Casoratesi, animati da profonda devozione per il santo, accolsero entusiasticamente l’invito dell’allora parroco don Luigi Mariani a celebrare una festa più solenne. L’occasione fu offerta dall’inaugurazione della nuova Chiesa restaurata e allungata. Durante questa particolare celebrazione i Casoratesi vollero veder passare il corpo di San Tito vicino alle proprie case, fiduciosi di ricevere benedizioni e grazie speciali.Si pensò quindi di completare l’antica artistica urna per portare in processione lungo le vie del paese le sacre reliquie. In quell’occasione tutti gli abitanti si prodigarono per abbellire il paese con ghirlande di fiori di carta colorata e sandaline. Per le vie a selciato di allora l’urna era portata su un carro trainato da cavalli e scortata da cavalieri vestiti alla maniera romana dell’epoca di San Tito. Da quell’anno (1926) ogni decennio la festa si ripropone in una sempre maggiore fastosità, trasformatasi anche in una campanilistica gara tra rioni. Si protrae per due settimane, ricca di manifestazioni sacre e profane, che uniscono attorno al santo credenti e non.

Lascia un commento