Scopri il mondo Touring
  • Home
  • Il gusto di mangiarsi le parole

Il legame fra cibo e letteratura

Il gusto di mangiarsi le parole

di 
Luca Bonora
18 Novembre 2013
Giovedì 21 e venerdì 22 novembre, a Milano, l'obiettivo è «mangiarsi le parole». Questo infatti il titolo di un convegno, patrocinato dal Tci e ospitato dall'Università statale, che pone la propria attenzione al rapporto fra letteratura e alimentazione.
 
Obiettivo del convegno è mettere a fuoco in modo sistematico il rapporto fra letteratura italiana e alimentazione, un nesso affrontato sinora solo occasionalmente. Diverse le prospettive in campo: monografica, tematica, di genere, metodologica, interdisciplinare, con particolare attenzione al valore metaforico che l’abbinamento letteratura-cibo da sempre esprime. Si tratta di un argomento che permette di attirare l’interesse di un pubblico largo e di sintonizzarsi in maniera insolita e affascinante con il tema centrale dell’Expo 2015, Nutrire il pianeta, energia per la vita. 


 
Nell'arco dei due giorni di lavori, si atterreranno interventi legati a particolari scrittori (da Carlo Emilio Gadda a Mario Soldati, passando per i Buddenbrok di Thomas Mann e per il noir contemporaneo) oppure a temi specifici, come il Galateo, esempio di letteratura applicata anche alla tavola (gio 21 ore 16.30, Gabriella Turnaturi, Università di Bologna), o il racconto della ricetta, oggi di grande attualità vista la diffusione anche televisiva dell'argomento (ven 22 ore 11.30, Elisa Gambaro, Università degli Studi di Milano). 
Particolarmente interessante per noi viaggiatori è poi l'intervento di Ricciarda Ricorda, dell'Università Ca' Foscari di Venezia, in programma venerdì 22 alle 17: Cucine del mondo nei resoconti italiani di viaggio. Segnaliamo infine l'intervento di Simonetta Agnello Hornby, scrittrice e collaboratrice di Touring, che sempre il 22 alle 16 parlerà di Cucinare libri di gusto.


L’evento - inserito nel programma di Bookcity – fa seguito all’anteprima che si è tenuta all'Università degli Studi di Milano il 23 maggio (due relazioni e una tavola rotonda). L’iniziativa è curata da Luca Clerici nell’ambito delle attività del Dipartimento di Studi Letterari, Filologici e Linguistici dell’Università degli Studi di Milano.