Scopri il mondo Touring
  • Viaggi
  • Eventi
  • >
  • ZUNGRI (VV) – Evento Tci – La Città di Pietra – Museo Civiltà Rurale e Contadina – Santuario della Madonna della Neve

ZUNGRI (VV) – Evento Tci – La Città di Pietra – Museo Civiltà Rurale e Contadina – Santuario della Madonna della Neve

ZUNGRI (VV) – Evento Tci – La Città di Pietra detta degli Sbariati – Museo della Civiltà Rurale e Contadina – Santuario Diocesano Mariano della Madonna della Neve
 
...tra civiltà rupestre e natura per riscoprire le origini ed il mistero delle trasformazioni nel tempo di un mondo perduto e ritrovato … 
 
Dal prossimo 13 aprile, in convenzione con il Club di Territorio di Lamezia Terme – Touring Club Italiano e per tutto l’arco dell’anno in corso, è possibile visitare a Zungri, Comune della provincia di Vibo Valentia, l’Insediamento Rupestre La Città di Pietra detto degli Sbariati. A questo percorso si aggiungono il Museo della Civiltà Rurale e Contadina, il Santuario Diocesano Mariano della Madonna della Neve e la Chiesa della Madonna del Rosario, nonché le opere bronzee del Maestro Michele Zappino, artista locale e docente dell’Accademia di Brera. 
Di pregevole valore storico e ambientale è il borgo di Papaglionti Vecchio, frazione di Zungri, meta di escursionisti e fotoamatori. Il Club di Territorio di Lamezia Terme collabora con l’Amministrazione Comunale di Zungri affinché la conoscenza dei luoghi e le radici di un popolo possano essere portate alla luce, dagli anfratti dove si trovano, e creare sinergie sociali, culturali ed economiche in uno spazio terrestre ricco di millenaria storia. Tutto questo grazie all’impegno amministrativo della Città e ai volontari locali e del Touring Club Italiano che promuovono questo bellissimo luogo.
Zungri: fonti documentarie disponibili attestano che il Paese, tra il XIV e il XVI secolo era un centro economicamente vivace, annesso alla giurisdizione politica di Messianum, antico castrum di origine bizantina. E’ indubbia la presenza dell’uomo sin dall’Età del Bronzo (dal 3500 a. C. al 1200 a. C.) e, successivamente, in epoca magno greca e romana.
L’Insediamento Rupestre è una vasta area, di circa 3000 mq, sulla quale si sviluppano delle strutture ipogee (case – grotte scavate nella roccia) con manufatti epigei (strutture fuori terra) che contribuiscono ad arricchire, sul piano storiografico ed urbanistico architettonico, questo meraviglioso sito. A partire dal XII secolo si determinò in Calabria una significativa immigrazione dei gruppi etnici dall’Oriente (in larga misura religiosi) ed un arretramento degli insediamenti abitativi verso l’interno anche in rapporto alle incursioni arabe lungo le coste. Le aree interne garantivano quindi una maggiore sicurezza e in Calabria si svilupparono insediamenti umani organizzati in grotte che testimoniano un particolare modello di vita sociale che ebbe come protagonisti i monaci Basiliani. Un sito archeologico che ci mostra e ci fa capire l’organizzazione socio – economica di popolazioni antiche. La visita all’insediamento rupestre di Zungri, ci lascia stupiti e affascinati dalla particolarità del sito e dal mistero che ogni angolo e ogni scorcio evocano...  
Ci fermiamo qui altrimenti che motivo c’è di visitare questo luogo se vi diciamo tutto?