Scopri il mondo Touring
  • Viaggi
  • Eventi
  • >
  • VECCHIO E NUOVO: LONGIANO DEI PRESEPI 22a EDIZIONE

VECCHIO E NUOVO: LONGIANO DEI PRESEPI 22a EDIZIONE

 

Vecchio e nuovo: Longiano dei Presepi

22a edizione

Torna la tradizionale manifestazione natalizia

fra originali interpretazioni d’artista e presepi tradizionali.

Anteprima l’8 dicembre 2012, inaugurazione dei presepi il 15 dicembre,

fino al 6 gennaio 2013

 

 

L’amore per i presepi: è una lunga tradizione, quella longianese. Fin dai primi anni del dopoguerra, infatti, viene allestito nella cittadina romagnola, presso il convento del SS. Crocifisso, uno dei più visitati presepi meccanici d’Italia.

 

Negli anni Novanta un gruppo di cittadini ha pensato di dare a questo appuntamento molto sentito una possibilità di partecipazione più ampia, allargando questa esperienza alle scuole, alle associazioni, ai musei, invitandoli a realizzare un percorso di presepi che attraversa l’intero Centro storico.

Anche quest’anno “Longiano dei Presepi” accoglie chi vuole coccolarsi immergendosi in un’atmosfera natalizia autentica e ricca di suggestioni culturali, teatrali ed enogastronomiche. Questa ventiduesima edizione è curata dall’associazione Pro loco di Longiano, assieme al Comune.

 

Partendo dal grande e tradizionale Presepe meccanico del Convento del SS. Crocefisso, fulcro della manifestazione, e ricco di complesse e suggestive animazioni meccaniche, luci e suoni, si snoda un percorso di numerosi punti-presepe. Fra questi, il tunnel del Rifugio Bellico ospiterà le originali creazioni della famiglia Gualtieri e nella Sala San Girolamo sarà possibile ammirare una vasta raccolta di presepi; il Museo d’Arte Sacra, il Museo del Territorio, il Museo della Ghisa, ospitano presepi a tema e in sintonia con gli altri oggetti esposti. Nell’antico camminamento visibile dall’interno dell’Ufficio Turistico trova spazio un suggestivo presepe in terracotta. La partecipazione dei cittadini è sempre molto viva, e ciò si traduce in un notevole numero di presepi costruiti in altrettanti suggestivi angoli del Borgo antico, per un totale di circa quaranta diverse rappresentazioni della Natività.

Fin dal 2002, con l’iniziativa “il Presepe d’Autore”, in collaborazione con la Fondazione Tito Balestra Onlus, la manifestazione si è arricchita di un appuntamento dedicato alle realizzazioni di alcuni fra i maggiori protagonisti dell’arte contemporanea. In questo modo, migliaia di visitatori hanno potuto rivivere il Presepe attraverso le più originali interpretazioni, diverse ogni anno. Quest’anno sarà protagonista l’opera Il presepe deserto di Luigi Teodosi alla ex-chiesa della Madonna di Loreto. Da segnalare anche i presepi di Paola Farneti e quelli della collezione privata di Iole Gualtieri, alla Sala San Girolamo, oltre a quelli dell’artigiano longianese doc Attilio Gobbi, in via Borgo Fausto 33.

L’associazione Spazio33 curerà per i più piccoli, nei weekend e nei giorni festivi, alcuni laboratori artistici a tema.

La Pro loco di Longiano realizzerà per l’occasione lo speziato e gustosissimo “Biscotto di Natale”.

Completa il quadro una serie di appuntamenti di qualità al Teatro Petrella: accanto alla programmazione ordinaria, il 22 dicembre alle ore 21.00 sarà di scena l’ormai tradizionale Concerto Gospel di Natale, quest’anno con Liz Yancey & Five Ensemble; il 28 dicembre ore 21.00 concerto di Natale della Tre Monti Band; il 31 dicembre dalle 21.00 si terrà, naturalmente, il “Veglione di Capodanno”; il 5 gennaio alle 17 concerto corale polifonica malatestiana di cesena alla chiesa di Santa Marina di Massa; 21.00 i “pasquaroli” al Teatro Petrella animeranno la festa dell’Epifania con canti e musiche della tradizione.

Novità di quest’anno, due incontri-conferenza sulla nascita dei presepi a cura di Marco Vallicelli e Marina Marinelli, rispettivamente il 13 e il 27 dicembre 27, alle ore 21.00, presso la Sala dell’Arengo del Castello Malatestiano.

 

Un’altra nuova iniziativa di quest’anno è costituita dalle camminate serali “Longiano cammina sotto le stelle”, che dal mese di ottobre, ogni martedì, vedono nutriti gruppi partire alle 20.30 da piazza Tre Martiri lungo percorsi nel territorio longianese, scelti di volontari del CAI di Cesena: nel periodo natalizio, martedì 11 e martedì 18 dicembre è prevista la “Camminata dei Babbi Natale”.

 

Da non perdere i Menu e l’Ospitalità dei Presepi, ottima occasione per gustare nei ristoranti della città gli stuzzicanti menù a prezzo speciale, creati appositamente per il periodo natalizio, e per godersi la cordiale ospitalità delle strutture ricettive: oltre a prezzi speciali, alberghi e bed&breakfast di Longiano offriranno ai visitatori un piccolo omaggio natalizio in camera.

 

8 dicembre:

inizio manifestazione con accensione luminarie e albero di Natale

 

15 dicembre 2012: inaugurazione ufficiale dei Presepi

Giorni di visita dei presepi:

dall’8 dicembre 2012 al 6 gennaio 2013 tutti i sabati, le domeniche e i festivi, dalle 15.00 alle 18.30;

                          dal 22 dicembre al 30 dicembre aperto tutti i giorni.

 

La città

Longiano ha ottenuto il titolo di “Villaggio Ideale d’Italia” nel 1992 e dal 2005 è Bandiera Arancione del Touring Club Italiano.

L’antico borgo è racchiuso da una doppia cinta muraria entro la quale si accede attraverso tre porte medioevali. Il Castello Malatestiano domina, con l’eleganza della sua mole, il centro storico; dalla torre civica lo sguardo giunge fino al Mare Adriatico. Il Castello ospita la Fondazione Balestra, splendida raccolta di arte figurativa con oltre 3000 opere di artisti del ’900 italiano (Maccari, Sironi, Morandi, Guttuso e tanti altri) e una preziosa collezione di opere grafiche di autori stranieri (Goya, Chagall, Matisse). Altro polo culturale della città di Longiano è il Teatro Petrella, inaugurato nel 1870 e riaperto dopo un accurato restauro nel 1986, e divenuto un punto di riferimento per i più importanti attori e musicisti italiani e internazionali.

A Longiano si possono visitare, inoltre, musei unici di grande valore, come il Museo Italiano della Ghisa, la Galleria delle Maschere della Commedia dell’Arte di Domenico Neri, il Museo d’Arte Sacra, il Museo del Territorio, il Rifugio bellico. Non può mancare una visita alla Collegiata di S. Cristoforo e al Santuario del Santissimo Crocifisso che custodisce una preziosa croce del tredicesimo secolo.

Normal
0

14

false
false
false

IT
X-NONE
X-NONE

MicrosoftInternetExplorer4

/* Style Definitions */
table.MsoNormalTable
{mso-style-name:"Tabella normale";
mso-tstyle-rowband-size:0;
mso-tstyle-colband-size:0;
mso-style-noshow:yes;
mso-style-priority:99;
mso-style-qformat:yes;
mso-style-parent:"";
mso-padding-alt:0cm 5.4pt 0cm 5.4pt;
mso-para-margin:0cm;
mso-para-margin-bottom:.0001pt;
mso-pagination:widow-orphan;
font-size:11.0pt;
font-family:"Calibri","sans-serif";
mso-ascii-font-family:Calibri;
mso-ascii-theme-font:minor-latin;
mso-fareast-font-family:"Times New Roman";
mso-fareast-theme-font:minor-fareast;
mso-hansi-font-family:Calibri;
mso-hansi-theme-font:minor-latin;
mso-bidi-font-family:"Times New Roman";
mso-bidi-theme-font:minor-bidi;}

La città offre anche alcune eccellenze enogastronomiche, con una produzione di olio extravergine di oliva di altissima qualità, insieme a vino (soprattutto Sangiovese e Trebbiano), miele, pesche e ciliegie (da queste ultime ha assunto l’appellativo di “Longiano Valle dei Ciliegi”).