Scopri il mondo Touring
  • Viaggi
  • Eventi
  • >
  • TURISTI (non) PER CASO PER I COLLI BOLOGNESI

TURISTI (non) PER CASO PER I COLLI BOLOGNESI

TURISTI (NON) PER CASO PER I COLLI BOLOGNESI
Un itinerario nomade, culturale, colturale in occasione del Green Social Festival
Programma del percorso nella data del  5 maggio
Nell’ambito del prossimo Green Social Festival noi di Turisti per caso abbiamo realizzato questo evento itinerante per i colli bolognesi, composto da varie tappe, ognuna delle quali rappresenterà un'esperienza, una proposta culturale, ambientale, gastronomica, naturalistica, agricola o sportiva.
Ore 9,15: ritrovo al Cassero di Porta Saragozza per la visita al Museo della Madonna di San Luca
(www.museomadonnadisanluca.it).
Oltre alla visita molto interessante del museo - che contiene anche una piccola “Mostra della Funivia
di S. Luca” - mentre ci si ritrova per la partenza si potranno vedere i filmati che spiegano la storia del
Santuario e delle origini del culto della Madonna Bolognese. Accompagnatori d’eccezione saranno
l’Ing. Fernando Lanzi e la “Turista per caso” Syusy Blady.
Ore 10,34: Partenza con il San Luca Express, il “trenino” turistico promosso dalla Provincia di Bologna. Seguendo il percorso del trenino saliremo
alla Basilica di San Luca, costeggiando i suoi famosi portici.
Ore 11,00: Arrivo a San Luca (colle della Guardia) e visita della Basilica. All’entrata della Basilica di San Luca ci soffermeremo per una breve introduzione dal carattere socio-antropologico (il significato del Santuario, la Madonna “Nera” vero simbolo di fertilità per tutta la pianura padana, il portico e i suoi significati astrologici e religiosi) da
parte di Syusy. Visita del Santuario e della icona della Beata Vergine di San Luca.
Ore 11,40: Visita all’Apiario didattico della Società Agricola “I Tigli”, dove un apicultore ci racconterà il mestiere delle api e della produzione del miele.

Ore 12,00: Visita al Centro documentazione del Parco della Chiusa (già Parco Talon) e breve descrizione a cura di Simona Ventura (Agrisophia) della “fattoria biodinamica”; assaggio di miele offerto dalla Società Agricola “I Tigli” e di pani naturali offerti da Casa Margherita (OrTalon)
Ore 12,40: Partenza in trenino alla volta di Parco Cavaioni.
Dalle ore 13,00 in poi:
Arrivo all’Orto dei Giusti, pranzo nomade e naturale nella Yurta (offerto da Alce Nero) e assaggio del the Tuareg dell’associazione Tekelt sotto la Tenda Berbera. Nel primo pomeriggio si potranno svolgere (anche in gruppi differenziati) varie attività:
Orto dei Giusti
Spiegazione-esemplificazione dell'orto naturale ispirato all’orto sinergico, guida e spiegazione
delle piante officinali, ascolto della musica delle piante, realizzazione del progetto “Stop talking,
start planting” che prevederà, con la consulenza di Silvia Bergonzini del Vivaio Bergonzini, la
piantagione con relativa “cerimonia rituale” di sette alberi dal significato particolare (esiste tra
l’altro una legge, che ci pare disattesa, secondo cui per ogni neonato si dovrebbe piantare un
albero: questa è l'occasione per colmare la lacuna).
Parco Cavaioni
Visita guidata a cura della Coop Le Ali dell’edificio di Ca’Shin, spiegazione dell’organizzazione della struttura, delle sue caratteristiche e della sua gestione “ecosostenibile”. Visita al vicino Maneggio, in cui provare lezioni di equitazione o brevi passeggiate sui poIl collegamento tra Parco Cavaioni e Orto dei Giusti avverrà percorrendo il sentiero di prossima realizzazione che costeggia il parco ed il bosco
(in modo da non dover affrontare i pericoli della strada..!).
Dalle ore 16 alle ore 18:
Rientro libero in città utilizzando l’autobus n. 52 (partenza dalla fermata di Via dei Colli poco oltre l'Orto dei Giusti ore 16,59 con arrivo in Piazza Cavour alle 17,36 - ore 18,10 con arrivo 18,35)
oppure
Percorrendo il sentiero CAI, appena attivato, che collega l’Orto dei Giusti e Parco Cavaioni con la via del Ravone (in questo caso e solo su prenotazione occorrerà l’accompagnamento di una guida del CAI).
SYUSY BLADY
PATRIZIO ROVERSIny.

In collaborazione con:
Alce Nero – Agrisophia- Ansaloni Garden Center
Antica Locanda La Canonica – Atelier dei Giardini - Associazione Tekelt – Bologna in transizione
Coop. Le Ali - Florsilva Ansaloni – Maneggio Cavaioni - Museo della Beata Vergine di San Luca - Ortalon
NP Srl – NP Energia - Soc. Agr. I Tigli - Vivaio Bergonzini