Scopri il mondo Touring
  • Viaggi
  • Eventi
  • Treviso: cerimonia di premiazione Premio Goffredo Parise per il Reportage

Treviso: cerimonia di premiazione Premio Goffredo Parise per il Reportage

Dove

Indirizzo evento: 
Treviso − Teatro Comunale “Mario Del Monaco”, Corso del Popolo, 31

Quando

Sabato 21 Ottobre 2017
Ore 17.
I nomi dei tre vincitori del Premio Goffredo Parise per il Reportage si conosceranno nel corso della Cerimonia di premiazione che avrà luogo sabato 21 ottobre alle ore 17,00 al Teatro Comunale Mario Del Monaco di Treviso alla presenza di autorità e del mondo del giornalismo italiano. La serata si aprirà con un ricordo di Goffredo Parise affidato a una breve proiezione su Parise e la casetta di Salgareda e a una conversazione con il chirurgo Tommaso Tommaseo Ponzetta che fu suo amico carissimo. Proseguirà con una riflessione dei membri della giuria sul ruolo del reportage. Momento clou sarà la Cerimonia di premiazione che prevede anche brevi proiezioni, letture e interviste ai vincitori.

L’ingresso è libero (fino ad esaurimento posti) e, in previsione di un notevole afflusso di pubblico, è consigliabile arrivare con anticipo. Ai presenti verrà data in omaggio una piccola pubblicazione che raccoglie brani di famosi reportage di Goffredo Parise.

LE SCELTE DELLA GIURIA
La giuria del Premio Goffredo Parise per il Reportage, della quale fanno parte Corrado Augias, Cesare De Michelis (Presidente), Riccardo Iacona, il presidente Tci Franco Iseppi e Paolo Mieli si è riunita sabato 30 settembre e, dopo aver manifestato particolare compiacimento per la quantità e il livello generale molto alto delle opere pervenute, ha concentrato la propria attenzione su un ristretto numero di lavori riservandosi di decidere nei prossimi giorni, dopo un secondo confronto, i nomi dei vincitori delle tre sezioni.
 
Sono stati selezionati: 
Per la sezione televisiva:
L’uomo nero-storia di Massimo Carminati di Lirio Abbate, Guy Chiappaventi e Flavia Filippi per La 7
Il corpo nascosto di Gad Lerner per RAI 3
Casa Capuozzo di Toni Capuozzo per Mediaset
 
Per la sezione su carta stampata:
La lotta delle donne d’Irlanda, dove l’aborto è ancora tabù di Giulia Sabella per il Corriere della Sera
Inchiesta in 3 puntate sul racket dei clan del litorale ostiense di Federica Angeli per La Repubblica
Reportage in Mauritania di Domenico Quirico per La Stampa
 
Per la sezione sui valori del Veneto:
La rivoluzione industriale di Domenico Iannacone e Luca Cambi per RAI 3
L’antico mare di montagna di Pietro Cozzi per Bell’Italia
Bollicine in festa di Carlotta Lombardo per Dove
 
Scelta comunque sofferta per i membri della giuria dal momento che gran parte delle opere in concorso oltre ad essere di alta qualità spazia su argomenti di forte attualità: l’emigrazione e l’accoglienza con le loro molteplici implicazioni; i rapporti tra Islam e cultura occidentale; il tremendo intreccio tra criminalità, politica ed economia; i problemi dell’impresa e le strategie messe in atto per resistere alla crisi; problematiche legate alla salvaguardia dell’ambiente, cronache riguardanti aspetti delicati di politica internazionale e narrazione di rilevanti problemi sociali dei quali spesso sfuggono i dettagli. Non sono mancati anche servizi di carattere più squisitamente turistico-culturale.

IL PREMIO GOFFREDO PARISE
I Promotori del Premio, ideato e organizzato da Antonio Barzaghi e Maria Rosaria Nevola, hanno anche immaginato, in considerazione della qualità delle opere e della circostanza che rappresentano un vero e proprio spaccato di storia contemporanea, di costituire un Archivio presso la Biblioteca Comunale di Salgareda che custodirà tutti i lavori che negli anni parteciperanno al Premio in modo da tesaurizzare un notevole patrimonio culturale a disposizione del territorio trevigiano e non solo.
 
Il Premio nasce in collaborazione con le aziende “Le Rive” e “Maschio” ed è promosso dal Comune di Salgareda, da Confcommercio Treviso e dalla Regione del Veneto in una perfetta intesa tra Istituzioni pubbliche e realtà economiche d’eccellenza della Marca trevigiana. Si giova, inoltre, del patrocinio della Provincia di Treviso, del Comune di Ponte di Piave e del Touring Club Italiano, ai quali si è aggiunto di recente anche quello del Ministero dei Beni, Attività Culturali e Turismo in considerazione dell’alto valore dell’iniziativa.