Scopri il mondo Touring
  • Viaggi
  • Eventi
  • >
  • Sondrio: Sondriofestival

Sondrio: Sondriofestival

È iniziato il 2 novembre e terminerà domenica 8 novembre l'edizione 2015 del Sondriofestival, l'unico festival cinematografico dedicato unicamente ai parchi e alle riserve naturali. Giunto alla 29ª edizione, il festival, organizzato dal Comune di Sondrio con altri numerosi partner istituzionali, presenta quest'anno un ricco programma di filmati proiettati nel rinnovato e prestigioso Teatro Sociale (ex Pedretti), posto nella centralisima piazza Garibaldi, fulcro del capoluogo della Valtellina.

Il 3 novembre saranno proiettati:

Legami di sangue (Tigress blood) di Akanksha Sood Singh e Praveen Singh (India, 42' ), documentario che racconta la crescita di quattro femmine di tigre che lottano fra sorelle per la dominanza del loro territorio.

Gli elefanti marini del Nord (Northern elephant seals) di Ian Nelson (Stati Uniti, 11'), breve documentario, girato sulla costa della California durante la stagione della riproduzione degli elefanti marini del nord, illustra vita e comportamento di questi incredibili mammiferi marini.

Baobab fra terra e mare (Baobab entre terre ed mer) di Cyrille Cornu (Francia, 55') sui baobab, fra gli alberi più spettacolari del pianeta. Relativamente poco conosciuti in Madagascar, questi giganti sono attualmente minacciati dalla deforestazione. Per studiarli, nel cuore delle loro foreste, Cyrille Cornu e Wilfried Ramahafaly viaggiano in piroga, esplorando 400 km della selvaggia e remota costa sud-occidentale del Madagascar.

 

Programma del 4 novembre

Everglades – Una wilderness d'aqua (Everglades – A Watery wilderness) di Zoltan Török (Germania, 52'). Le Everglades sono come un fiume poco profondo e dalle acque cristalline che scorre verso l’oceano. Il documentario è un intimo ritratto di questa wilderness d’acqua attraverso le storie degli animali che la popolano.

Il sogno di una zona umida (Marshland dreams) di John Antonelli (Stati Uniti, 6'). Girato nelle paludi della Mesopotamia in Iraq tornate al loro originario splendore e recentemente riconosciute come il primo Parco Nazionale del Paese.

Luna (Lune) di François de Riberolles (Francia, 52'). Dall’alba dei tempi, la luna svolge un ruolo fondamentale nello sviluppo delle della vita, è come un pendolo per l’orologio della terra, che detta i suoi ritmi.
 

Programma del 5 novembre

Vivere con gli elefanti (Kuishi na tempo), di Andrea Pawel (Gran Bretagna / Tanzania, 12'). Il documentario ritrae un ragazzo di una scuola locale che spiega a un’amica quale sono i vantaggi nel vivere vicino agli elefanti, accompagnandola nei dintorni del suo villaggio, confinante con il Parco Nazionale di Ruaha, in Tanzania, che ospita la più grande popolazione di elefanti rimasta nel Paese.

Sonno segreto (Sleeping seal) di Emanuele Coppola (Italia, 60'). La riserva Naturale di Kamenjak, in Croazia, è l’estremità più meridionale della penisola istriana. La foca monaca del Mediterraneo, una delle specie animali più rare al mondo, è diventata da queste parti una presenza regolare.

 

Australia selvaggia (Wild Australia) di Thoralf Grospitz e Jens Westphalen (Germania 48').

Rocce rosse e canguri al tramonto: questa è l’Australia più nota. Ma l’area più misteriosa del Paese è forse quella più nascosta: la foresta pluviale tropicale nella regione nord-orientale, dove vivono canguri che si arrampicano sugli alberi e dove i più grandi coccodrilli del pianeta, quelli d’acqua salata, si appostano nelle paludi in attesa delle ignare prede.

 

Programma del 6 novembre

Sulle tracce dei ghiacciai: missione in Alaska di Tommaso Valente e Federico Santini (Italia, 53') Dopo la fortunata spedizione in Karakorum e in Caucaso, continua la missione del fotografo Fabiano Ventura e del suo team di studiosi volta a studiare gli effetti dei cambiamenti climatici sui ghiacciai più importanti della Terra. Luogo di questa nuova esplorazione: l’Alaska. Grazie al clima particolarmente freddo e alle abbondanti precipitazioni, in Alaska i ghiacciai arrivano anche a bassissime quote, percorrono lunghe valli e si saldano fra loro fino a sfociare direttamente nel mare.

I cavalli di Muran (Vo vetre kopyt) di Brano Molnár (Slovacchia, 52') Muranska Planina è un luogo speciale ed una stazione di riproduzione unica per i cavalli. Si trova nel cuore dell’ambiente naturale slovacco, che consente a questi animali di vivere allo stato selvatico, nel loro habitat originario.

 

Programma del 7 novembre

L'avanzata degli orsi (Bears on the rise) di Axel Gomille (Germania 29'). Gli orsi sono spariti in molte parti d’Europa ma ora, di nuovo, cominciano lentamente a diffondersi. La troupe del film segue il trasferimento nei boschi degli orsi a caccia di rifiuti in Romania e documenta la situazione nelle Alpi.

Nilo, le montagne della luna (Nile – The ultimate river: mountains of the moon) di Harald Pokieser e Clare Dornan (Austria 50'). La sorgente più lontana dal delta del Nilo si trova nel Parco Nazionale di Nyungwe, in Ruanda. Qui vivono tredici specie di primati, fra cui l’acrobatico colobo dell’Angola. Dal Ruanda, il Nilo alimenta il lago Vittoria, famoso per le verdi isole, ma noto anche per suoi problemi ambientali.

 

L'8 novembre serata finale con le premiazioni e spettacoli con la partecipazione di Sveva Sagramola.

Per ulteriori info: www.sondriofestival.it