Scopri il mondo Touring
  • Viaggi
  • Eventi
  • >
  • Sissa, Polesine Parmense, Zibello e Roccabianca (Pr): November Porc

Sissa, Polesine Parmense, Zibello e Roccabianca (Pr): November Porc

November Porc si prepara ad accogliere tanti visitatori e buongustai per la sua quindicesima edizione. Da sottolineare che le quattro “tappe” del 2015 hanno richiamato oltre 130mila partecipanti per un fatturato stimato in oltre 2,5 milioni di euro e almeno 30mila pernottamenti. 
 
November Porc piace perché è una proposta semplice: in ognuno dei fine settimana si va in un paese diverso, dando vita a quella che è stata definita la “staffetta più golosa d’Italia”. E in ogni appuntamento c’è un confronto fra produzioni delle zone più rilevanti d’Italia con le eccellenze agroalimentari della Bassa Parmense, frutto di un territorio davvero prestigioso: è la terra di Verdi e di Guareschi, del Parmigiano Reggiano e del Culatello DOP, della Reggia di Colorno e del Po. Non solo, perché il “titolo” esatto della manifestazione, “NOVEMBER PORC… speriamo ci sia la nebbia!” riassume una caratteristica gastronomica (la nebbia che in autunno inverno rende la stagionatura del Culatello di Zibello DOP unica) e una suggestione turistica (la nebbia ovattando rumori e immagini avvolge il visitatore e gli fa apparire all’improvviso paesaggi e specialità, aumentando il piacere della … scoperta).
 
 
November Porc inizia al venerdì con una kermesse serale (in tensostrutture riscaldate) dedicata ai tipici salumi, birra e Fortana del Taro IGP. La prima “tappa” è a Sissa, con una anteprima nella serata di giovedì 3, e venerdì 4 novembre si prosegue con incontri e performance enogastronomiche, con pietanze tipiche (fra cui la Spalla cruda della zona), birra e Culatello. "I Sapori del Maiale" occuperanno tutta la giornata sia sabato 5 che domenica 6 novembre, con il clou alle 15:30 di domenica, con la distribuzione gratuita del Mariolone più grosso. Va detto che November Porc dedica i quattro sabato sera ai giovani, alla loro musica (con performance dal vivo e dj e proponendo il MCPork). 
 
Dall’11 al 13 novembre, ci si sposta a Polesine Parmense, sull’argine del Po, con “Ti cuociamo Preti e Vescovi” e con il Prete più pesante. Da venerdì 18 fino a domenica 20 novembre si fa tappa a Zibello con “Piaceri e delizie alla corte di Re Culatello” e lo Strolghino più lungo. La “staffetta” si conclude nel fine settimana 25-27 novembre, a Roccabianca, con “Armonia di Spezie e Infusi”, dove, domenica, c’è la distribuzione (sempre gratuita) della Cicciolata più grande. Si pensi che il Mariolone è intorno ai 250 kg, il Pretone sui 360-380 kg, lo Strolghino oltrepassa i 400 metri e la Cicciolata è oltre 350 kg. 
 
In ogni “tappa”, alle 12 e alle 18 circa, si pranza negli stand gastronomici, e per arricchire le giornate, ogni località organizza e predispone intrattenimenti per tutti (gruppi musicali e folkloristici, preparazione di specialità, ecc.) spazi e animazione per i più piccoli e divertimento per gli adulti, oltre a visite ed eventi culturali. Si è pensato anche ai camperisti destinando in ogni paese a spazi di parcheggio riservato
 
Nelle varie località, partecipando al Tiro al Salame, il gioco ufficiale di November Porc, gestito dal Circolo Cultori ed Estimatori del Suino, si potrà fare beneficenza e vincere salami della norcineria locale. Da sottolineare che per tutto novembre i Ristoranti aderenti alla Strada del Culatello proporranno menu con specialità locali di maiale a prezzi concordati e dichiarati, che rientrano nell’iniziativa “A Tavola con November Porc”.