Scopri il mondo Touring
  • Viaggi
  • Eventi
  • >
  • San Colombano al Lambro

san Colombano al Lambro

San Colombano al Lambro è un ridente centro situato ai piedi del lato nord delle omonime colline e posto sulla sponda destra del fiume Lambro. Unico rilievo sito in piena pianura Padana, risalente a formazioni geologiche di età terziaria e quaternaria. L’andamento collinare, con prevalente coltivazione della vite,, è orientato sull’asse est-ovest. Rappresenta la parte più meridionale della Provincia di Milano ma si colloca in zona collinare al centro di un triangolo che ha come vertici le città di Pavia, Lodi e Piacenza. Infatti la cucina locale raccoglie il meglio delle cucine pavese, lodigiana e piacentina. Tipici sono i piatti di riso e pasta cucinati con le erbe spontanee della collina. La coltura della vite, già praticata in età romana, ha ricoperto i dolci pendi di questo territorio, diventando un’ importante ricchezza per gli abitanti di San Colombano, segnando la storia e la cultura dei paesi collinari. Appassionati viticoltori e qualificati vignaioli continuano la professione dei predecessori puntando su produzioni che portano il nome del territorio. Dal 1984 la collina è zona a denominazione d’origine (D.O.C.) per la produzione del “San Colombano” un vino rosso prodotto con la Croatina, la Barbera e l’Uva rara. Possono concorrere altre uve rosse raccomandate, fra queste il Merlot e il Cabernet Sauvignon.
Il Castello Belgioioso di San Colombano è inserito all’interno di un sistema a difesa del fiume Lambro e presenta una particolare conformazione a recinto. Di origine longobarda, fu distrutto e riedificato da Federico Barbarossa ed in seguito ampliato dai Visconti. I possedimenti e il castello furono donati dal monarca al conte Ludovico Belgioioso; rimasero proprietà della casata, con alterne vicende, sino alla prima metà del XX secolo. Nel 1396 il castello fu assegnato da Gian Galeazzo Visconti alla Certosa di Pavia che lo tenne fino alla sua soppressione nel 1782. La fortificazione diventò in seguito dimora dei Barbiano Belgioioso che compirono diversi interventi di restauro.