Scopri il mondo Touring
  • Viaggi
  • Eventi
  • >
  • Roncade: alla scoperta di ambienti naturali, ville, chiese e produzioni vitivinicole - Visita Guidata Tci

Roncade: alla scoperta di ambienti naturali, ville, chiese e produzioni vitivinicole - Visita Guidata Tci

RONCADE
Disteso lungo il Musestre, affluente del Sile, Roncade si sviluppa a partire dal XVII secolo come borgo ausiliario della quattrocentesca villa-castello Giustinian, eccezionale prototipo di villa veneta. Ma Roncade non è solo il castello!

 

Con il pullman, scorrazzeremo in lungo e in largo alla scoperta di ambienti naturali, ville, chiese e produzioni vitivinicole.

 

In collaborazione con il Comune di Roncade.

 

Programma della giornata

  • Ore 9.30 – Biancade (parcheggio difronte alla Parrocchiale e si sale sul pullman )
  • Visita a Villa Selvatico, immersa in un bellissimo parco, risale agli inizi del „500.
  • Nella seconda metà dell‟800 vi soggiornava per lunghi periodi Riccardo Selvatico,commediografo e sindaco di Venezia dal
  • 1890 al 1895. A lui si deve, assieme ad Antonio Fradeletto, l‟istituzione nel 1895 della Biennale Internazionale d‟Arte di Venezia. I figli di Riccardo, Luigi e Lino, furono famosi artisti. A quest‟ultimo sono dedicate le mostre monografiche allestite in questi mesi alla Galleria di arte contemporanea di Ca‟ Pesaro e nella barchessa nord del Castello di Roncade.
  • Visita alla Chiesa parrocchiale di Roncade, dedicata a Tutti i Santi. Costruita nel 1559, presenta un bell‟interno barocco impreziosito da ricchi altari in marmo colorati e una grande profusione di stucchi che incorniciano tele e affreschi di scuola veneziana del „700; rilevante il ciclo pittorico degli anni 1749-51, di Francesco Zugno, allievo e collaboratore di Giovan Battista Tiepolo.
  • Visita a Villa Giustinian Ciani Bassetti. E' denominata anche “Castello di Roncade”.
  • Edificata dal nobile veneziano Gerolamo Giustinian, sulle estese possessioni portategli in dote dalla moglie Agnesina Badoer, la villa sorge dentro un grande recinto quadrato racchiuso da un fossato e da una cortina merlata con quattro torri angolari. L'elegante edificio, attribuito a un architetto della cerchia di Mauro Codussi, è dominato da un‟ariosa loggia ad archi sovrapposti: di particolare efficacia la visuale dall‟ingresso, dove due torri cilindriche aprono la prospettiva, ritmata da statue seicentesche raffiguranti gli schiavoni, fanti istriani e dalmati fedelissimi soldati della Serenissima, verso il corpo centrale coronato da timpano e da due camini in forma di torricelle.
  • Pranzo in trattoria a Musestre.
  • Visita al borgo di Musestre e alla Torre di Everardo.
  • Il borgo trae la sua denominazione dal fiume Musestre, un placido corso di risorgiva che nasce a Breda di Piave e proprio all'altezza della frazione di Musestre sfocia nel Sile. Musestre è probabilmente il più antico insediamento del comune di Roncade. La presenza umana fu certamente favorita dalla vicinanza ad Altino che, aggiunta al passaggio della via Claudia Augusta Altinate e alla presenza dei due corsi d'acqua, ne faceva una vivace località di traffici commerciali. Con le invasioni barbariche il centro assunse una certa importanza grazie alla costruzione di un castello per mano longobarda (VI-VII secolo) del quale resta ancora una torre. Il paese confermò la sua rilevanza come zona di transito anche dopo la conquista Serenissima (XIV secolo), quando la "torre di Everardo" divenne dogana.
  • Visita alla Chiesa di S. Cipriano. La chiesa antica risale al 1138 quando attorno vi sorgeva il nucleo abitativo. Rimase aperta al culto fino al 1958 e, successivamente, fu abbandonata. Negli ultimi anni, il recente restauro ha permesso di riportarla, quasi
  • interamente, all‟antico splendore riportando alla luce alcuni dei magnifici affreschi e
  • l'altare maggiore.
  • Visita alla Chiesa parrocchiale di Biancade dedicata a S.Giovanni Battista.
  • La Chiesa, sulle rive del Musestre, fu costruita nella sua forma attuale nel 1492. Ristrutturata nel 1903 ed alzata di quasi 3 metri, la chiesa racchiude sull'altare maggiore una pala di Paris Bordon, “La Sacra Conversazione” risalente al 1531.

 

Altre informazioni utili: 

 - Informazioni e prenotazioni: console TCI Eldo Candeago: Tel.: 348 4940792
 - E-mail: lode50@libero.it
 - Quota di partecipazione: € 35,00 cdu (comprende pranzo, pullman e visite guidate)

Vantaggio per i Soci

Vantaggi per i soci del Touring Club