Scopri il mondo Touring
  • Viaggi
  • Eventi
  • >
  • Roma, "Toulouse-Lautrec. La collezione del Museo di Belle Arti di Budapest"

Roma, "Toulouse-Lautrec. La collezione del Museo di Belle Arti di Budapest"

Henri de Toulouse-Lautrec invade l’Ara Pacis, con 170 opere. Fino all’8 maggio Roma ospiterà il fiore della raccolta di lavori del pittore bohémien della Parigi di fine Ottocento conservata al Museo di Belle Arti di Budapest, a coprire gran parte della sua vita artistica, dal 1891 al 1900, poco prima della sua morte, a soli 37 anni. In mostra la produzione grafica di Toulouse-Lautrec: manifesti, illustrazioni, copertine di spartiti e locandine, alcune delle quali sono autentiche rarità perché stampate in tirature limitate, firmate, numerate e corredate dalla dedica dell’artista.
La mostra, curata da Zsuzsa Gonda e Kata Bodor, è promossa da Roma Capitale – Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali ed è prodotta da Arthemisia Group e organizzata con Zètema Progetto Cultura.

Quando il piccolo (di statura) grande (di intelletto) artista francese si impose nel mondo dei creativi bohèmien francesi fu subito chiaro a tutti che si era di fronte a una nuova ulteriore rivoluzione nel mondo dell’arte parigina e non solo. Nato e cresciuto circondato dagli agi di una nobile famiglia di provincia, Toulouse-Lautrec rimase un uomo elegante e forbito, ma non seppe mai resistere al fascino di mondi a lui diametralmente opposti. Bar, ristoranti e bordelli divennero rapidamente la sua seconda casa tanto che in molti lo definivano l’anima di Montmartre, il quartiere che più amava e frequentava. Qui incontrava i colleghi e gli amici, ma anche le tante “amiche” di dubbia professione ed estrazione sociale. Questa vita intensa e spesso promiscua non inficiò minimamente le sue capacità artistiche, anzi. Pur lavorando spesso da ubriaco, produsse decine e decine di opere che spaziavano dal ritratto al poster pubblicitario, genere del quale fu assoluto precursore.

La sua originalità e capacità di sintetizzare concetti e idee lo rese ambitissimo sia nel mondo emergente delle riviste sia tra i proprietari dei più importanti locali parigini che se lo contendevano affinché disegnasse locandine e pubblicità. La sua verve lo rese protagonista anche nel mondo della satira, tanto che fu collaboratore assiduo della rivista Le Rire. Una vita intensa quella di Toulouse-Lautrec interrotta dalla morte prematura a soli 37 anni, causata da alcolismo e sifilide.

La mostra di Roma rende omaggio a una delle figure più rivoluzionarie della fine dell’Ottocento che, seppur in un breve lasso di tempo, ha influenzato moltissimo le produzioni artistiche successive lasciando un segno tuttora riconoscibile e ampiamente imitato sia nel mondo dell’arte sia in quello della pubblicità.
Altre informazioni utili: 
- Biglietto solo mostra: intero 11 € - ridotto 9 € - scuole 4 €; speciale Famiglia 22 € (2 adulti più figli sotto dei 18 anni).

- Biglietto integrato Museo dell’Ara Pacis + Mostra (per non residenti a Roma): intero 17 € - ridotto 13 €
- Biglietto integrato Museo dell’Ara Pacis + Mostra (residenti a Roma): intero 16 € - ridotto 12 €