Scopri il mondo Touring
  • Viaggi
  • Eventi
  • >
  • Roma: "Tor Marancia"

Roma: "Tor Marancia"

Il nome di Tor Marancia deriva dal latino Praedium Amaranthianus, cioè fondo di Amaranthus, un liberto della famiglia dei Numisii Proculi del II secolo d.C. La torre originale, oggi scomparsa, si trovava a breve distanza dall’Ardeatina. Quella presente attualmente, è la Torre delle Vigne (o di San Tommaso). Su via delle Sette Chiese si trova il Casale di Tor Marancia, nella proprietà degli Horti Flaviani. La tenuta di Tor Marancia con una superficie di circa 253 ettari appartenne ininterrottamente dalla fine del secolo XVI alla metà del XIX secolo all’Ospedale del San Salvatore al Sancta Sanctorum. Alla fine degli anni venti, i cittadini espulsi dal centro di Roma (a seguito dei primi sventramenti) e gli immigrati provenienti dal Sud-Italia, su di una zona prevalentemente paludosa, costruirono il primo insediamento di Tormarancia (conosciuto anche come Tor Marancio), una sorta di ghetto composto da casette in muratura o in legname, in parte costruiti dall’allora “Istituto Case Popolari” con la catalogazione “case minime”: appartamenti composti da una sola stanza e bagni collettivi. La baraccopoli cessò di esistere nel 1948, quando la Legge De Gasperi sul risanamento delle borgate la fece radere al suolo; al suo posto vennero costruite le attuali case popolari che costituiscono oggi una porzione importante del quartiere.

Il 9 marzo 2015 è stato inaugurato il progetto “Big city life Tor Marancia”, ideato da 999Contemporary, finanziato da Fondazione Roma e dal Campidoglio, patrocinato dall’VIII Municipio e condiviso con l’Ater, che ha visto nascere sugli 11 palazzi del comprensorio 20 murales monumentali di arte contemporanea alti 14 metri e con una superficie di 145 metri contemporanea. Le case popolari dello storico lotto 1 di Tor Marancia sono state trasformate in un coloratissimo museo all’aperto all’insegna della street art. Il tutto grazie all’impegno di oltre 500 abitanti, dei ragazzi delle scuole della zona e di 18 street artist internazionali provenienti da 10 Paesi e che hanno partecipato a titolo gratuito, in partnership con l’azienda Sikkens che ha fornito gratis una vernice speciale resistente agli agenti atmosferici. 

 

 

NOTE INFORMATIVE:  

Modalità di prenotazione | Ci si può prenotare telefonando allo 06-36005281 oppure scrivendo un'email a libreria.ptroma@touringclub.it e per aderire è necessario comunicare i dati del Socio e il recapito telefonico.

Modalità di pagamento | Le quote delle visite prenotate devono essere versate esclusivamente c/o il Punto Touring di Roma in Piazza Ss. Apostoli 62/65 ENTRO SETTE GIORNI SUCCESSIVI ALLA DATA DI PRENOTAZIONE. I Soci possono inoltre pagare mediante autorizzazione al prelievo da carta di credito (che verrà effettuato al momento della prenotazione) inviando una comunicazione scritta via mail o fax al Punto Touring, oppure con bonifico bancario intestato a Touring Servizi Srl alle seguenti coordinate bancarie: Banca UBI codice Iban IT72 O054 2801 6010 0000 0035 089 specificando la visita guidata e inviando la fotocopia del versamento al numero di fax 06-36005342 oppure via email all'indirizzo libreria.ptroma@touringclub.it  

Modalità di annullamento | Per motivi fiscali le eventuali disdette di visite giornaliere o di mezza giornata, non danno diritto ad alcun rimborso. Si potrà procedere al rimborso qualora la disdetta venga comunicata CON TRE GIORNI DI ANTICIPO e ci siano le premesse per una eventuale sostituzione (lista di attesa). In caso di annullamento della visita guidata le quote verranno rimborsate entro e non oltre 30 giorni dalla data dell’evento (qualora il pagamento fosse stato effettuato tramite bonifico, è necessario comunicare il proprio IBAN per ottenere il rimborso).

Altre informazioni utili: 

Quota di partecipazione:

Socio e accompagnatore:  € 9,00             Non Socio:  € 12,00

Sistema di amplificazione: € 1,50 (da pagare in loco) 

 

In collaborazione con: 

Vantaggio per i Soci

Quota di partecipazione ridotta