Scopri il mondo Touring
  • Viaggi
  • Eventi
  • >
  • Roma: "San Lorenzo in Lucina"

Roma: "San Lorenzo in Lucina"

Misterioso il toponimo di Piazza San Lorenzo in Lucina, che prende il nome dall’omonima basilica che qui sorge: fino a 30 anni fa si riteneva che Lucina fosse stata una matrona romana, proprietaria di immobili nella zona, che avrebbe fondato nella sua casa, come in certe case patrizie, una “ecclesia domestica”, cioè un luogo destinato al culto in una casa privata. Lucina in seguito donò alla Chiesa Romana la propria casa, che divenne così il primo fondamento della futura chiesa di San Lorenzo. Ma negli ultimi tempi si è parlato di una “Domus Lucinae”, un antico tempio precristiano della dea Giunone Lucina, che fu poi adibito a culto cristiano e trasformato successivamente nella prima basilica. Questa dea presiedeva ai parti e le donne dell’antica Roma attingevano, presso il tempio, l’acqua “miracolosa” per curarsi o per avere figli: questa tradizione è confermata dal ritrovamento, durante gli scavi sotto la Sala Capitolare, di un pozzo (ancora oggi visibile nel sotterraneo) e di un mosaico intatto, con gradini di marmo bianco e pareti affrescate, che avvalora l’ipotesi che possa trattarsi proprio dell’antico tempio di Giunone Lucina. La basilica fu costruita da papa Sisto III nel V secolo: era a tre navate con abside nel fondo ed il livello del pavimento e delle mura era più basso rispetto a quello attuale di ben 2 metri. Il luogo di culto fu ricostruito da Papa Pasquale II nel XII secolo: a questo papa si debbono il portale riquadrato, affiancato da due leoni romanici marmorei, parte dei muri esterni, l’abside medioevale nascosto dagli edifici circostanti ed il campanile. Percorrendo l’unica navata della chiesa ci si trova di fronte all’altare maggiore, disegnato da Carlo Rainaldi, con la splendida pala del Crocifisso di Guido Reni sovrastata da un soffitto cassettonato con Cristo, Papa Damaso I, San Lorenzo e la matrona Lucina. Quattro le cappelle laterali, di cui la prima a destra dedicata al patrono della basilica, San Lorenzo. Le tre tele raccontano i momenti salienti della vita del santo, mentre nell’altare in basso e in quello centrale sono conservate le catene che servirono ad imprigionarlo e la graticola simbolo del suo martirio.
 
 

NOTE INFORMATIVE:  

Modalità di prenotazione | Ci si può prenotare telefonando allo 06-36005281 oppure scrivendo un'email a libreria.ptroma@touringclub.it e per aderire è necessario comunicare i dati del Socio e il recapito telefonico.


Modalità di pagamento | Le quote delle visite prenotate devono essere versate esclusivamente c/o il Punto Touring di Roma in Piazza Ss. Apostoli 62/65 ENTRO SETTE GIORNI SUCCESSIVI ALLA DATA DI PRENOTAZIONE. I Soci possono inoltre pagare mediante autorizzazione al prelievo da carta di credito (che verrà effettuato al momento della prenotazione) inviando una comunicazione scritta via mail o fax al Punto Touring, oppure con bonifico bancario intestato a Touring Servizi Srl alle seguenti coordinate bancarie: Banca UBI codice Iban IT72 O054 2801 6010 0000 0035 089 specificando la visita guidata e inviando la fotocopia del versamento al numero di fax 06-36005342 oppure via email all'indirizzo libreria.ptroma@touringclub.it   


Modalità di annullamento | Per motivi fiscali le eventuali disdette di visite giornaliere o di mezza giornata, non danno diritto ad alcun rimborso. Si potrà procedere al rimborso qualora la disdetta venga comunicata CON TRE GIORNI DI ANTICIPO e ci siano le premesse per una eventuale sostituzione (lista di attesa). In caso di annullamento della visita guidata le quote verranno rimborsate entro e non oltre 30 giorni dalla data dell’evento (qualora il pagamento fosse stato effettuato tramite bonifico, è necessario comunicare il proprio IBAN per ottenere il rimborso).

Altre informazioni utili: 
Quote:  Socio e accompagnatore: € 10,00          Non Socio: € 13,00
Offerta per la chiesa: € 3,00 (da pagare in loco)
In collaborazione con: 

Vantaggio per i Soci

Vantaggi per i soci del Touring Club