Scopri il mondo Touring
  • Viaggi
  • Eventi
  • >
  • Roma: presentazione del libro "Fuori Raccordo. Abitare l'altra Roma"

Roma: presentazione del libro "Fuori Raccordo. Abitare l'altra Roma"

Roma oggi è la sua periferia: è qui che sta emergendo la sua nuova identità. Non è più la città focalizzata su un centro storico circondato da quartieri periferici consolidati, ma una città-territorio, che si estende in un’area vasta e articolata. La periferia non conosce più neppure il limite idealmente costituito dal Grande Raccordo Anulare, ormai un vero e proprio «luogo», attorno al quale si è realizzato non solo un intenso sviluppo insediativo, ma anche un vero e proprio cambiamento antropologico nei modi dell’abitare. Sui territori limitrofi Roma in passato ha svolto un’azione attrattiva, agendo come una sorta di «buco nero», assorbendone risorse e persone; oggi invece una serie di processi innovativi spinge verso un ribaltamento dei rapporti di forza tra città e periferia. Quest’ultima tende a rendersi autonoma, ma le difficoltà sono ancora tante: se infatti ad attrarre la popolazione in queste zone sono fattori ricollegabili a una migliore qualità della vita, queste continuano a essere le aree in cui Roma «esporta» le funzioni indesiderate, dalle discariche ai poli della logistica. E se l’esodo non è segnato da distinzioni socio-economiche, nei fatti non si generano fenomeni di mixité, ma una semplice giustapposizione di realtà che non dialogano tra loro: complessi abitativi esclusivi all’interno di campi da golf, aree residenziali abusive, poli tecnologici, aree industriali, zone agricole intercluse, poli del gioco d’azzardo, campi rom. D’altra parte, come risposta a queste difficoltà, emergono forme nuove di auto-organizzazione o di collaborazione tra istituzioni e cittadini, attraverso la creazione di comitati e associazioni. Frutto di un lavoro di ricerca durato tre anni, ad opera di un gruppo interdisciplinare composto da urbanisti, sociologi e antropologi, il libro è un viaggio «fuori Raccordo», che esplora luoghi dai nomi familiari eppure sconosciuti, e discute sulla città e sul suo futuro, mettendo a fuoco alcune questioni centrali ancora trascurate, da cui emerge un’immagine complessa e sorprendente della città.

 

 

Interverrà Carlo Cellamare, urbanista e curatore del volume, insieme a Riccardo Morri, geografo dell’Università “La Sapienza” di Roma, e Irene Ranaldi, sociologa urbana e autrice del saggio “Morena. Le dinamiche socio-spaziali e le identità locali” e presidente dell’Associazione Culturale Ottavo Colle. Da mercoledì 27 a sabato 30 settembre verranno esposte alcune foto sulle periferie romane di Maritza Bianchini, fotografa dell’Associazione Culturale Ottavo Colleestratte dalla mostra itinerante Segni Urbani.

 

Altre informazioni utili: 

Ingresso libero. E’ gradita la prenotazione. Non è garantito il posto a sedere.

In occasione della presentazione e fino al 30 settembre, termine della mostra fotografica, il libro sarà disponibile con uno sconto speciale del 15% (per i Soci TCI) e del 10% (per i non Soci)

In collaborazione con: