Scopri il mondo Touring
  • Viaggi
  • Eventi
  • >
  • Roma - Palazzo Altemps

Roma - Palazzo Altemps

L’edificio del XV secolo merita di essere visitato per la sua architettura e le lussuose sale affrescate, che per le opere che vi sono esposte. Come il museo della Galleria Borghese, contiene una tra le più importanti collezioni d’arte messe insieme dalle grandi famiglie romane del XVI e XVII secolo. Molti pezzi della collezione del Cardinale Altemps sono attualmente dispersi per i musei di tutto il mondo, il rimanente è esposto nelle sale del Palazzo, insieme a sculture provenienti dalla collezione Ludovisi e da quella egizia del Museo Nazionale Romano.

La collezione Boncompagni-Ludovisi: la splendida collezione romana di scultura antica raccolta nel secolo XVI dal cardinale Ludovisi ha trovato una definitiva sistemazione nelle sale di palazzo Altemps, nel luogo in cui già nel cinquecento erano conservate le antichità della famiglia Altemps. Il cardinale Ludovico Ludovisi tra il 1621 e il 1622 riunì una magnifica collezione di marmi antichi nella sua villa sul colle Quirinale, dove anticamente si trovava la residenza di Giulio Cesare. La grande bellezza della villa era data dal magnifico giardino, dai lunghi viali prospettici dove esedre e boschetti erano illuminati dallo splendore delle statue antiche e dalla galleria delle statue che conservava le più importanti sculture della collezione. La raccolta si arricchì fino a comprendere più di 450 sculture, e la sua leggendaria fama attirò sempre visitatori e artisti: Goethe e Schiller hanno poeticamente descritto le suggestioni ispirate da quei marmi antichi, fra i quali più conosciuti sono il gruppo del Galata suicida con la moglie, l'Ares, la testa di Giunone, Oreste e Elettra, il grande sarcofago di battaglia. Le sculture vennero restaurate e integrate nelle parti mancanti dai più grandi artisti dell'epoca, quali Gian Lorenzo Bernini, Alessandro Algardi e Ippolito Buzzi.

Vantaggio per i Soci

Vantaggi per i soci del Touring Club