Scopri il mondo Touring
  • Viaggi
  • Eventi
  • >
  • Roma: "Ostia antica"

Roma: "Ostia antica"

Fondata secondo la leggenda da Anco Marzio nel VII secolo a.C. alla foce del Tevere (ostium) a presidio e controllo della costa, delle saline e del traffico fluviale verso Roma, Ostia crebbe con energia sotto Augusto e poi sotto Tiberio, divenendo il “porto di Roma”. Nonostante fosse dotata di ampia autonomia nelle scelte urbanistiche, non divenne mai una vera e propria città ma il suo destino rimase legato a Roma, come ancora oggi succede. L’impianto urbano ebbe comunque modo di crescere ed arricchirsi per dimensioni e sontuosità. Nel IV secolo a.C. venne edificato il Castrum. Sotto Augusto si sviluppò un’intensa attività edilizia con la costruzione, tra l’altro, del Teatro e del grande piazzale antistante; sotto Tiberio fu sistemato il Foro e, davanti al Capitolium repubblicano, fu costruito il tempio dedicato a Roma e Augusto. Poi con gli Antonini furono realizzati terme, templi, insulae, ecc. La decadenza di Ostia, iniziata già al tempo della costruzione dei porti di Claudio e Traiano realizzati per sopperire alle difficoltà tecniche dell’antico porto di Ostia, divenuto inadeguato al traffico sempre maggiore, si accentuò nel 314 quando Costantino la relegò a semplice sobborgo di Roma chiamato Portus Romae. La nuova città sorta intorno ai due nuovi porti, Portus (l’odierna Fiumicino), contribuì al declino di Ostia. La città conosce la massima decadenza nel V e VI secolo d.C. quando viene lentamente spogliata. Nonostante la successiva fortificazione di un borgo ad est (Gregoriopoli) nell’827-844, nonché di una rocca nel 1485, entrambi a guardia dell’imbocco del Tevere e di un nuovo traffico commerciale, il destino della città è segnato. Nel 1557 la grande alluvione del Tevere cambiò il corso del fiume che abbandonò l’ansa antistante il Castello. La dogana fu quindi spostata nella Torre Boacciana, costruita probabilmente sui resti del faro romano di Ostia. La riapertura nel 1613 del canale di Fiumicino (Fossa Traiana) allontana definitivamente ogni interesse per il borgo medioevale.


 

 

NOTE INFORMATIVE:  

Modalità di prenotazione | Ci si può prenotare telefonando allo 06-36005281 oppure scrivendo un'email a libreria.ptroma@touringclub.it e per aderire è necessario comunicare i dati del Socio e il recapito telefonico.


Modalità di pagamento | Le quote delle visite prenotate devono essere versate esclusivamente c/o il Punto Touring di Roma in Piazza Ss. Apostoli 62/65 ENTRO SETTE GIORNI SUCCESSIVI ALLA DATA DI PRENOTAZIONE. I Soci possono inoltre pagare mediante autorizzazione al prelievo da carta di credito (che verrà effettuato al momento della prenotazione) inviando una comunicazione scritta via mail o fax al Punto Touring, oppure con bonifico bancario intestato a Touring Servizi Srl alle seguenti coordinate bancarie: Banca UBI codice Iban IT72 O054 2801 6010 0000 0035 089 specificando la visita guidata e inviando la fotocopia del versamento al numero di fax 06-36005342 oppure via email all'indirizzo libreria.ptroma@touringclub.it   


Modalità di annullamento | Per motivi fiscali le eventuali disdette di visite giornaliere o di mezza giornata, non danno diritto ad alcun rimborso. Si potrà procedere al rimborso qualora la disdetta venga comunicata CON TRE GIORNI DI ANTICIPO e ci siano le premesse per una eventuale sostituzione (lista di attesa). In caso di annullamento della visita guidata le quote verranno rimborsate entro e non oltre 30 giorni dalla data dell’evento (qualora il pagamento fosse stato effettuato tramite bonifico, è necessario comunicare il proprio IBAN per ottenere il rimborso). 

Altre informazioni utili: 

Quote:       Socio e accompagnatore: € 10,00         Non Socio: € 13,00

Biglietto di ingresso gratuito grazie all’iniziativa “Domenica al Museo”

Noleggio sistema di amplificazione: € 2,00 (da pagare in loco)

In collaborazione con: 

Vantaggio per i Soci

Quota di partecipazione ridotta