Scopri il mondo Touring
  • Viaggi
  • Eventi
  • >
  • Roma: "Il Pincetto del Verano"

Roma: "Il Pincetto del Verano"

La fisionomia ormai definita del cimitero non tarda a stimolare interpretazioni in senso cattolico della nuova struttura, come quella in cui si legge in un opuscolo su I cimiteri di Roma del 1865 di P. Menacci: <<Il campo Verano che si apre oggi grandiosamente al lato della grande Basilica di San Lorenzo nulla ha di comune coi Campi Santi delle maggior parte delle città europee, foggiate non più a modo cristiano, ma sì di un paganesimo voluttuoso e romantico, tale da convertire i loro cemeteri, il regno istesso della morte, in altrettanti giardini di delizie da spassar visi dentro, come quelli delle Esperidi e degli Elisi della favola pagana. A Roma niente di tutto ciò: se tu poni il piede nel Campo Verano tutto è solenne, tutto santo, tutto venerando; da per tutto in ogni punto il santo terrore dell’ultimo giorno, congiunto alla dolce certezza della resurrezione e alla consolante fiducia di raggiungere a vera patria del Paradiso, ti si presenta e ti commuove in ogni fibra>>.

1865… Di fatto il processo di laicizzazione della sepoltura già avviato con la realizzazione del Verano giungerà a compimento solo dopo il 1870… anno di annessione di Roma al Regno d’Italia… e allora, mi viene da sorridere, perché proprio dal 1870 si scateneranno qui dentro, finalmente libere, le forze del purismo, del verismo, del neoclassicismo e sì, le prime volte che giravo qui nel Verano a bocca aperta dallo stupore, non riuscivo a trovare la definizione giusta… ma adesso sì, adesso scopro che proprio Menacci mi viene in aiuto… anche se lui non avrebbe potuto davvero beffardamente immaginarlo, che dopo il 1870, anche qui si scatenerà… “un paganesimo voluttuoso e romantico che trasformerà il regno della morte in altrettanti giardini di delizie, da spassar visi dentro sì, proprio come in quella favola pagana dove si incontravano i meravigliosi campi dell’Esperidi e degli Elisi”... e allora andiamo a scoprirli!

 

 

NOTE INFORMATIVE:  

Modalità di prenotazione | Ci si può prenotare telefonando allo 06-36005281 oppure scrivendo un'email a libreria.ptroma@touringclub.it e per aderire è necessario comunicare i dati del Socio e il recapito telefonico.


Modalità di pagamento | Le quote delle visite prenotate devono essere versate esclusivamente c/o il Punto Touring di Roma in Piazza Ss. Apostoli 62/65 ENTRO SETTE GIORNI SUCCESSIVI ALLA DATA DI PRENOTAZIONE. I Soci possono inoltre pagare mediante autorizzazione al prelievo da carta di credito (che verrà effettuato al momento della prenotazione) inviando una comunicazione scritta via mail o fax al Punto Touring, oppure con bonifico bancario intestato a Touring Servizi Srl alle seguenti coordinate bancarie: Banca UBI codice Iban IT72 O054 2801 6010 0000 0035 089 specificando la visita guidata e inviando la fotocopia del versamento al numero di fax 06-36005342 oppure via email all'indirizzo libreria.ptroma@touringclub.it   


Modalità di annullamento | Per motivi fiscali le eventuali disdette di visite giornaliere o di mezza giornata, non danno diritto ad alcun rimborso. Si potrà procedere al rimborso qualora la disdetta venga comunicata CON TRE GIORNI DI ANTICIPO e ci siano le premesse per una eventuale sostituzione (lista di attesa). In caso di annullamento della visita guidata le quote verranno rimborsate entro e non oltre 30 giorni dalla data dell’evento (qualora il pagamento fosse stato effettuato tramite bonifico, è necessario comunicare il proprio IBAN per ottenere il rimborso). 

Altre informazioni utili: 

Costo visita guidata: € 11,00 (Soci TCI) / € 14,00 Non Soci

Sistema di amplificazione: € 2,00 (da pagare in loco)

Vantaggio per i Soci

Vantaggi per i soci del Touring Club