Scopri il mondo Touring
  • Viaggi
  • Eventi
  • >
  • Roma: "I Ponti sul Tevere"

Roma: "I Ponti sul Tevere"

Chi osservi Roma dal cielo o su una mappa topografica potrà notare una linea giallognola flessuosa che sfiora il ventre della città, toccando Campomarzio, ponte Regolo S. Angelo e Ripa. E’ il fiume Tevere.

Tanto contenuta è l’ampiezza del fiume in proporzione alle dimensioni dell’Urbe, che non lo si considera a sé stante, ma solamente un accessorio di Roma. Ma il Tevere è Roma e le sue acque riflettono gli aspetti architettonici più significativi dell’Urbe fino ad avvolgere quell’isola (Tiberina) tra le più modeste espressioni geografiche del genere, ma che appare una nave pronta a salpare.

Questo fiume che ha sempre condiviso le alterne vicende della città di Roma, fu inizialmente teatro di battaglie. Con gli Etruschi, infatti, le prime lotte si svolsero sul Tevere sicchè ne fu accentuata la sacralità del primo ponte, il Sublicio, nonchè il mestiere di far ponti in generale che divenne compito di una apposita casta sacerdotale, quella dei pontefici.

Il Tevere rappresentò una importante strada di collegamento con lo scalo marittimo di Ostia, dove giungevano le merci di tutto il mondo che, risalendo il fiume in piccole imbarcazioni, arrivavano a Roma. Lo scalo della città era in prossimità del Foro Boario. La stessa Isola Tiberina, peraltro, era, prima ancora della fondazione della città, punto di raccordo della vita commerciale che si svolgeva tra le genti della sponda sinistra (latini e sabini) e quelli della sponda destra (etruschi). Fu pertanto necessario costruire ponti che unissero le due sponde del fiume. I ponti scavalcarono il Tevere quando ormai Roma dopo che Roma si fu impossessata della riva sinistra del fiume; infatti fino a quel momento non si era ritenuto conveniente costruire ponti che potevano essere utilizzati dal nemico per entrare in città. I primi ponti furono realizzati in legno, per poter essere distrutti in caso di attacco. Solo successivamente i Romani iniziarono a costruire ponti di pietra. Diversi degli antichi ponti romani ormai non esistono più, mentre altri ne sono stati creati per le moderne esigenze della città contemporanea.

 

 

NOTE INFORMATIVE:  

Modalità di prenotazione | Ci si può prenotare telefonando allo 06-36005281 oppure scrivendo un'email a libreria.ptroma@touringclub.it e per aderire è necessario comunicare i dati del Socio e il recapito telefonico.

Modalità di pagamento | Le quote delle visite prenotate devono essere versate esclusivamente c/o il Punto Touring di Roma in Piazza Ss. Apostoli 62/65 ENTRO SETTE GIORNI SUCCESSIVI ALLA DATA DI PRENOTAZIONE. I Soci possono inoltre pagare mediante autorizzazione al prelievo da carta di credito (che verrà effettuato al momento della prenotazione) inviando una comunicazione scritta via mail o fax al Punto Touring, oppure con bonifico bancario intestato a Touring Servizi Srl alle seguenti coordinate bancarie: Banca UBI codice Iban IT72 O054 2801 6010 0000 0035 089 specificando la visita guidata e inviando la fotocopia del versamento al numero di fax 06-36005342 oppure via email all'indirizzo libreria.ptroma@touringclub.it  

Modalità di annullamento | Per motivi fiscali le eventuali disdette di visite giornaliere o di mezza giornata, non danno diritto ad alcun rimborso. Si potrà procedere al rimborso qualora la disdetta venga comunicata CON TRE GIORNI DI ANTICIPO e ci siano le premesse per una eventuale sostituzione (lista di attesa). In caso di annullamento della visita guidata le quote verranno rimborsate entro e non oltre 30 giorni dalla data dell’evento (qualora il pagamento fosse stato effettuato tramite bonifico, è necessario comunicare il proprio IBAN per ottenere il rimborso).

Altre informazioni utili: 

Quote:      
Socio e accompagnatore: € 9,00       Non Socio: € 12,00

 

In collaborazione con: 

Vantaggio per i Soci

Quota di partecipazione ridotta