Scopri il mondo Touring
  • Viaggi
  • Eventi
  • >
  • Roma, Festival della letteratura di viaggio

Roma, Festival della letteratura di viaggio

 
La IX edizione del Festival della Letteratura di Viaggio, promosso dalla Società Geografica Italiana, si terrà tra giovedì 22 e domenica 25 settembre a Roma presso la storica sede di Palazzetto Mattei a Villa Celimontana che nei giorni della rassegna si trasforma in una "casa del viaggio", accogliendo la maggior parte degli eventi previsti sul palco allestito all’aperto. Il Festival è dedicato al racconto del mondo, di luoghi e culture (vicini e lontani), attraverso diverse forme di narrazione del viaggio: dalla letteratura alla geografia, dalla fotografia all’antropologia, dal giornalismo alla storia, dal disegno alla musica. La presidenza onoraria del Festival è di Stefano Malatesta, la direzione artistica è di Antonio Politano.
L’edizione 2016 del Festival della Letteratura di Viaggio si articola in oltre 30 incontri, 4 premi, 2 maratone e poi laboratori, proiezioni, letture, visite guidate, installazioni, una libreria e un caffè letterario. Vie e migrazioni, isole e città sono alcuni dei temi che attraversano il programma, animato da viaggiatori-narratori a diverso titolo: scrittori, antropologi, fotografi, disegnatori, storici, geografi, giornalisti, musicisti, blogger, fino a operatori umanitari e rappresentanti di associazioni e istituzioni. Tutti gli eventi sono a ingresso libero.
 
LE MOSTRE: DA MATERA ALLA NUOVA GUINEA
Un focus importante sarà dedicato quest’anno alle isole e agli arcipelaghi, un viaggio intorno al mondo nelle sale storiche di Palazzetto Mattei attraverso un percorso espositivo di 4 mostre fotografiche e documentarie, correlate da incontri dedicati, che saranno allestite su Azzorre (“Azzorre, prime terre nell’Oceano”), Papua Nuova Guinea (“Papua Niugini, sul confine selvaggio”), Malta (“Malta, l’ombelico del Mare di mezzo”) e Giappone (“La stanza giapponese”). L’inaugurazione delle mostre aprirà ufficialmente la manifestazione, giovedì 22 settembre alle ore 18.
Per celebrare la nomina di Matera a Capitale Europea per la Cultura 2019, la Basilicata sarà nuovamente ospite del Festival, con una mostra di acquerelli sulla Regione (“Basilicata, elogio del paesaggio, incanto, ispirazione”) e un incontro a più voci.
Un altro Paese ospite di questa edizione è l’Estonia, protagonista di un incontro che chiuderà la prima giornata del Festival e che ci porterà sulle tracce di figure mitiche e luoghi leggendari, all’incrocio tra culture nordiche pre-indoeuropee ed echi della civiltà greco-latina.
 
 
GIORNO PER GIORNO, GLI APPUNTAMENTI PIÙ IMPORTANTI
Venerdì 23 settembre, alle ore 18.30, sarà il momento dei Dialuoghi, uno dei format storici della manifestazione, che vedranno conversare tra di loro scrittori, giornalisti e storici: Guido Crainz e Marco Damilano sul “Viaggio nei settant’anni della Repubblica Italiana”, Andrea
Cortellessa e venti scrittori sull’antologia “Con gli occhi aperti”, Giuseppe Cederna e Bruno Arpaia su partenze, migrazioni e cambiamenti climatici.
 
La giornata di sabato 24 settembre inizia alle 10 con un incontro su Malta e continua con il Premio #inwebwetravel dedicato al racconto del viaggio sul web, attraverso una maratona con giornalisti, scrittori e travel blogger; alle ore 19.30 uno degli appuntamenti più attesi: la quinta edizione del Premio per il Reportage intitolato a Ryszard Kapuściński (che ha visto negli anni scorsi assegnare il riconoscimento ad autori come Paolo Rumiz, Ferdinando Scianna, Gianni Berengo Gardin, David Van Reybrouck, Ettore Mo, Giovanni De Mauro e William Dalrymple). Il Premio verrà assegnato quest’anno ai fotografi Letizia Battaglia e Massimo Sestini, per il reportage fotografico; al fumettista Zerocalcare, per il reportage a fumetti; al giornalista e conduttore Corrado Formigli, per il reportage televisivo; al giornalista e scrittore polacco Wojciech Tochman, per il reportage letterario.
 
Domenica 25 settembre dalle 11, un contenitore aperto di narrazioni, la seconda maratona del Festival, dal titolo Raccontami una storia attraverso immagini e parole; si prosegue alle 14 con un Picnic letterario attraverso i luoghi della dieta mediterranea, come stile di vita, e si continua alle 16 con un incontro dal titolo 400, 200: Shakespeare & Company, un gioco di memoria a 400 anni dalla scomparsa di William Shakespeare e Miguel de Cervantes e in occasione dell’anniversario della pubblicazione, 200 anni fa, di Viaggio in Italia di Johann Wolfgang von Goethe.
Dalle 17 in poi quattro incontri con autori italiani e stranieri concluderanno la manifestazione: Alessandro Piperno e Giorgio Montefoschi sui luoghi della letteratura, reali e inventati; Stefano Malatesta e Cesare De Seta su narrazioni e ritratti di città, con un omaggio al poeta Valentino Zeichen e l’intervento di Gabriella Sica; Frank Westerman e Mauro Covacich tra racconto e reportage, cronaca e romanzo; il Festival si chiude con Paolo Rumiz in un assolo sui viaggi in treno.
 
IL CAFFE’ LETTERARIO E GLI SPAZI PER I PIU’ PICCOLI
Per i giorni di durata del Festival, presso il Portico di Palazzetto Mattei ( o in caso di maltempo in sala Della Vedova fino a esaurimento posti), saranno allestiti uno spazio libri a cura della Libreria L’Argonauta e un Caffè Letterario. Non mancano numerosi altri appuntamenti ed eventi collaterali, iniziative e spazi dedicati ai bambini nella giornata di domenica, e naturalmente il Premio Società Geografica Italiana la Navicella d’Oro, assegnato a personalità che hanno dimostrato particole sensibilità verso la narrazione di luoghi e culture.
 
Per informazioni e per scaricare il programma completo in pdf, www.festivaletteraturadiviaggio.it