Scopri il mondo Touring
  • Viaggi
  • Eventi
  • Roccaromana (CE), Baia e Latina

Roccaromana (CE), Baia e Latina

Dove

Indirizzo evento: 
81051 Roccaromana CE
Roccaromana, Baia e Latina

Quando

Sabato 17 Marzo 2018
giornata intera

Ritrovo

Come arrivare: 

Sia da Nord che da Sud: autostrada A1 Roma - Napoli, uscita Caianello, strada statale Telesina, uscita in direzione di Pietramelara e Roccaromana.
- ore 10.00: raduno dei partecipanti (mezzi propri) ai piedi dell’antico borgo di Pietramelara, località “Ponte” con parcheggio gratuito nel piazzale.

Ora di ritrovo: 
ore 10

Contatti

Organizzatore: 
Tci Club di Territorio “Terra di Lavoro”
Indirizzo mail: 
terradilavoro@volontaritouring.it
Recapito di emergenza: 
347.3737037 (Annamaria Troili)
Console accompagnatore: 
Tci Accompagnatore: Annamaria Troili, console del Touring
Presenza guida: 
Guida dell'evento: 
avv. Domenico Caiazza

Giornata dedicata ad una caratteristica ed interessante visita guidata alla piccola cittadina di Roccaromana, a cavallo tra i territori del Sannio e l’antica Capua, con il centro che conserva ancora antiche strutture in buono stato di conservazione; in esclusiva per i soci e gli amici del Tci.
Dopo il pranzo, nel pomeriggio, visita a Baia e Latina, i due borghi che affondano le loro radici nell’alto medievo, oggi riuniti in un solo Comune.
Scheda della visita 
Roccaromana: immersa nell’ubertoso territorio del Medio Volturno, tra colline e valli degradanti, tra boschi di faggete e querce secolari e il verde delle fruttifere coltivazioni, vigneti e uliveti di una campagna curata dall’esperienza e dalla saggezza delle laboriose popolazioni locali e dalle ceneri del vulcano spento di Roccamonfina, al riparo dai venti ai piedi dei monti Trebulani, sorge Roccaromana. La comunità si sviluppò intorno al Castello che, fondato da due militi normanni, intorno al 1200, fu poi feudo dei Marzano e dei Caracciolo, e, col tempo si è estesa e fortificata comprendendo anche le frazioni di Statigliano e Santa Croce. Restaurata e imponente la Torre Normanna sorge alla sommità della collina e vi si accede anche con un antico sentiero, nel suggestivo scenario del bosco, riportato alla luce dopo le ricerche sugli itinerari della Via Francigena. Accanto alla torre la Cappella di Santa Maria al Castello con preziosi affreschi trecenteschi e uno spazioso terrazzo che offre un panorama ampio e suggestivo. Nel centro abitato la bella chiesa di San Cataldo con affreschi del Galloppi, palazzi antichi, come quello che ospita il Comune con giardino e una raccolta di busti funerari romani e una lapide che denunciava sanzioni inique per la popolazione locale, e la Cappella di San Sebastiano, fondata dai Marzano, con annesso Convento tardo quattrocentesco, ora ospedale abbandonato dalla ASL. Notevoli le tradizioni qui tramandate, soprattutto quelle enogastronomiche, come il celebrato e gustosissimo formaggio caprino, detto “casuforte”, i vini locali come il locale “Casavecchia”e i funghi porcini e persino degli ottimi tartufi rintracciabili nei vicini boschi nei tempi opportuni.
Baia e Latina: un territorio celebrato da Plinio il Vecchio per l’aria pura e la qualità della terra nell’ambito dei MontiTrebulani e il corso del Volturno, crocevia di popoli, merci e culture tra Lazio, Campania e Sannio. Oggi in un solo 
Comune i due borghi affondano le loro radici nell’alto Medioevo. La denominazione di Baia deriva dalla deformazione di "vaiarulo” (baiardo) pronunziata “Vaia”, poi deformata in Baia. Latina deriva, invece, da “’aTina”, poi trasformata in Latina. Baia viene indicata in una bolla arcivescovile del 979, con tracce di una torre longobarda, poi feudo dei Marzano, La Tina, non ha riferimenti precisi, ma aveva una cinta di mura medievali ancora nel XVIII secolo. La visita si snoda nel suggestivo e laborioso borgo medievale fino a raggiungere il Castello duecentesco recentemente restaurato. Di fondazione normanna, immerso nel verde intenso del bosco, con annessa Cappella baronale consente dall’alto della suaTorre una visione panoramica di grande suggestione. Ridiscesi dal mastio in pianura in Latina si potrà ammirare la bella Chiesa dell’Annunziata con dipinti e affreschi di notevole valore e la bella e svettante torre campanaria con orologio in maiolica. Da qui si arriva all’altra più grandeTorre Normanna attualmente a fine restauro con una Cappellina annessa della Madonna delle Grazie ove termina la Via Crucis. Ambedue le Torri, come quella di Roccaromana, dominano l’intera pendice nord del Montemaggiore e parte della piana Alifana e consentono la visione di Torri e Castelli di Riardo, Pietravairano e San Felice. Entrambe le frazioni hanno subito le occupazioni e le distruzioni naziste ma, con la laboriosità delle popolazioni locali, hanno ripreso il loro cammino e oggi vantano produzioni agricole di valore, partecipazione intensa alla vita sociale con la conservazione di antiche tradizioni come il Presepe vivente animato da tutti i cittadini residenti.

 

Altre informazioni utili: 

Programma di massima 
Sia da Nord che da Sud: autostrada A1 Roma - Napoli, uscita Caianello, strada statale Telesina, uscita in direzione di Pietramelara e Roccaromana.
- ore 10.00: raduno dei partecipanti (mezzi propri) ai piedi dell’antico borgo di Pietramelara, località “Ponte” con parcheggio gratuito nel piazzale. Saluto del Sindaco.
- ore 10.15: visita alla Cappella di S. Sebastiano e al Monumento ai Garibaldini del 1860;
- ore 10.30: visita della Chiesa di SanCataldo, sosta per un break offerto dall’Amministrazione Comunale e visita dei resti romani nel cortile dell’ex convento degli Agostiniani;
- ore 11.00: partenza con navetta dell’Amministrazione Comunale per la visita alla restaurata Torre Normanna. Panorama su tutte le Torri e i Castelli del Monte Maggiore. Brindisi di benvenuto dell’Amministrazione Comunale. Visita della Cappella di Santa Maria del Castello;
- ore 12.00: partenza con la navetta in località “Ponte” per riprendere le auto e trasferimento per il ristorante;
- ore 13.00: pranzo libero oppure presso il ristorante convenzionato “Antichi ricordi di casa Matilde” - via Bartolo - Roccaromana - al costo di 20 euro a persona - prenotazione libera a cura dei singoli partecipanti - per prenotare telefonare al numero 333.7692002 oppure 339.8138279 - con il seguente menù: Antipasto della casa (prosciutto, coppa, mozzarella e bruschetta. Antipasto centro tavola: zuppa di fagioli nel pancozzo, parmigiana di melanzane, tagliere di formaggi e salsicce paesane, polenta ai sapori del Monte Maggiore), Primo (Paccheri pancetta e porcini), Secondo (Arrosto di cinta senese con contorno), Dessert di casa Matilde, acqua minerale, vino e caffè.
- ore 15.30: trasferimento con mezzi propri a Baia;
- ore 15.45: arrivo a Baia e parcheggio gratuito davanti al Municipio. Saluto del Sindaco. Visita del piccolo borgo medievale e della Torre Normanna rasentando il restaurato Castello duecentesco nella cinta di mura medievali;
- ore 16.30: trasferimento con mezzi propri per Latina;
- ore 16.45: visita della Chiesa dell’Annunziata. Quindi con navetta dell’Amministrazione Comunale salita al Monte Sibia per la visita alla Torre Normanna. Panorama sulla piana alifana. Visita al Santuario della Madonna delle Grazie. Brindisi dell’Amministrazione Comunale.
- ore 18.00: termine della manifestazione.
È necessaria la prenotazione presso il Club di Territorio “Terra di Lavoro” inviando una email a:
terradilavoro@volontaritouring.it 
oppure telefonando a: 
333.9808553 (Antonio La Gamba) 
- Trasporti: mezzi propri 
- Volontario Tci Accompagnatore: Annamaria Troili, console del Touring 
- Guide: avv. Domenico Caiazza 
- Partecipanti: max 40 persone 
Quote: la manifestazione è gratuita per i soci e gli amici del Tci. 
Pranzo libero o presso il ristorante “Antichi ricordi di casa Matilde - Roccaromana - al costo di 20 euro a persona - prenotazione libera a carico dei singoli partecipanti - per prenotare telefonare al numero 333.7692002 oppure 339.8138279.
I soci e gli amici del Tci regolarmente iscritti alla manifestazione sono coperti da apposita polizza assicurativa per la responsabilità civile.
Le prenotazioni sono aperte.
Il VolontarioTouringaccompagnatore ha la facoltà di variare l’itinerario.
La manifestazione si effettua anche in caso di pioggia.
Il Club di Territorio “Terra diLavoro” del Tci si riserva il diritto di accettare o meno la prenotazione.
Manifestazione organizzata per i soci e gli amici del Tci e soggetta al regolamento della Commissione regionale consoli della Campania.
Sono ammessi in via eccezionale i non soci perché possano constatare la qualità e l'interesse delle nostre manifestazioni, e quindi associarsi.