Scopri il mondo Touring
  • Viaggi
  • Eventi
  • >
  • Ravenna: "Imperiituro. Renovatio imperii, Ravenna nell’Europa ottoniana"

Ravenna: "Imperiituro. Renovatio imperii, Ravenna nell’Europa ottoniana"

Il 28 gennaio 814, esattamente 1200 anni fa, moriva Carlo Magno da molti considerato come uno degli antesignani dell'unità europea, perché artefice di quel Sacro Romano Impero che si poneva in ideale continuità con l'impero romano. In realtà la sua costruzione politica fu da subito incrinata da divisioni che si prolungarono nei secoli, sul piano politico e religioso. 1200 anni dopo, un progetto europeo - CEC, Cradles of European Culture, finanziato dalla comunità europea nell'ambito del programma Culture - e una serie di eventi cercano di raccontare la storia dell'eredità di quell'impero, a partire dall'epoca immediatamente successiva, quella degli imperatori Ottoni fino al secondo dopoguerra e al crollo del Muro di Berlino.
 
Sul tema della Renovatio Imperii, cioè appunto la trasmissione dell'idea imperiale, è stata organizzata una mostra didattica, allestita in collaborazione con il Comune di Ravenna, la Fondazione RavennAntica e la Biblioteca Classense, che ha per fulcro Ravenna, vera cerniera nel tempo (dall'Antichità al Medioevo) e nello spazio (da Roma e Bisanzio verso l'Europa continentale), oggi candidata a Capitale Europea della Cultura nel 2019.

Ospitata nelle due sedi del museo TAMO e della Biblioteca Classense, la mostra si articola in diverse sezioni. Carlo Magno e l'Italia, Gli Ottoni, Ravenna e l'Italia. Il ruolo della tradizione classica e la circolazione dei modelli in epoca ottoniana a TAMO, dove sarà illustrato il ruolo di Ravenna come punto di riferimento culturale per Carlo Magno nella sua impresa di trasformare Aquisgrana nella Roma secunda e poi per gli Ottoni, come dimostra il sito archeologico di San Severo a Classe. 
 

Vantaggio per i Soci

Vantaggi per i soci del Touring Club