Scopri il mondo Touring
  • Viaggi
  • Eventi
  • >
  • Provaglio d’Iseo (BS): " Giornata Tci dedicata alle bellezze artistiche e naturalistiche della cittadina franciacortina"

Provaglio d’Iseo (BS): " Giornata Tci dedicata alle bellezze artistiche e naturalistiche della cittadina franciacortina"

Programma :
Ore 10:00  Visita alla chiesa di San Bernardo, seguita dalla visita ai resti  musealizzati del castello e alla chiesa della Madonna del Corno
Ore 12.45 circa pranzo presso l’Osteria Pian delle Viti
Ore 15:00 Visita al Monastero di San Pietro in Lamosa fino alle 16.00 

Per chi lo desidera, la giornata si conclude con una passeggiata alla riserva naturale delle Torbiere.

 

Reperti rinvenuti nelle torbiere fanno ritenere che in epoca preistorica esistesse nel territorio di Provaglio un villaggio palafitticolo.

Provaglio fu per secoli località di transito dei prodotti agricoli e di legname del vicino mercato  d'Iseo. Coinvolto nelle discordie, spesso violente, tra guelfi e ghibellini, vide agli inizi del Quattrocento la distruzione del castello da parte di Pandolfo III Malatesta. Lo sfruttamento dei depositi di torba nelle lame caratterizzò il territorio di Provaglio fin dalla fine del Settecento con un’attività che occupava molti addetti alle escavazioni e raggiunse i duecento operai alla fine  dell'Ottocento  con  sette  cave  attive.  Successivamente  l’escavazione  diminuì  perché  alla  torba  si  sostituì  prima  il carbone  e  poi  l'energia  elettrica  nelle  filande  iseane.

Riprese  durante  la seconda  guerra  mondiale per poi cessare del tutto negli anni sessanta.

Il nostro itinerario tocca  alcuni  punti di interesse storico, artistico  e  naturalistico del paese, Inizia con la chiesa di S.Bernardo reca al suo interno alcuni interessanti affreschi che testimoniano del culto locale tributato a S.Simonino da Trento, fanciullo morto durante la Pasqua del 1475, venerato come beato dalla Chiesa cattolica sino al 1965.

La vicenda legata al suo nome costituisce una  testimonianza delle persecuzioni subite dalle comunità ebraiche, e delle false e strumentali accuse di "omicidio rituale" (le cosiddette accuse del sangue) che ebbero notevole diffusione soprattutto in Europa centrale nei confronti degli Ebrei.

La devozione popolare per Sinomino, invocato specialmente a protezione dei fanciulli. si diffuse anche in provincia di Brescia.

L’itinerario prosegue al castello, di cui rimangono oggi solo pochi resti. La fortezza, annotato nel Catastico Bresciano del Da Lezze, era posta a guardia della strada che conduce a Brescia. Si prosegue, salendo a  piedi, sino a raggiungere  la  Chiesa  della  Madonna  del  Corno, eretta  intorno al 1500 e dedicata all'annunciazione della Madonna.

Meta di numerose visite pastorali, viene descritta come una Chiesa piccola ma molto frequentata dalla popolazione locale.  Nel 1598 la Chiesa viene chiamata  Madonna della Ceriola, come che  però scompare per diventare Madonna del Corno, per via della sua posizione.

Il pomeriggio è dedicato alla visita del Monastero di San Pietro in Lamosa, la cui origine risale al 1083, quando due fratelli di origine longobarda, Ambrogio e Oprando, donarono al monastero benedettino di Cluny una chiesetta dotandola di tutti i beni a suffragio delle loro anime.

Negli anni successivi la chiesetta originaria fu ampliata. Nel 1095 era già sorto contiguo il monastero che, nel 1147, divenne priorato cluniacense.
La  chiesa  domina  sulla  riserva  naturale  Torbiere  del  Sebino. 

L’area, caratterizzata da canneti e specchi  d’acqua, è particolarmente importante per gli uccelli acquatici nidificanti, svernanti e migratori. Tra le specie protette e di interesse comunitario che nidificano nel sito citiamo l’airone rosso, il falco di palude e il nibbio bruno. Tra le specie comuni si possono invece osservare il cigno reale, il cormorano, la gallinella d’acqua, il germano reale e l’airone cenerino.

 

Contributo di partecipazi

soci  Tci  -  gratuito

non soci  -    €  5    
si  consigliano  scarpe  e abbigliamento comodo

 

Pranzo in agriturismo con menu a prezzo fisso per tutti: 25 € (menù allegato)

 

Altre informazioni utili: 

Informazioni e prenotazioni:
Tel: 366/4378715 (dopo le 14)  brescia@volontaritouring.it
Numero max. di partecipanti: 30  La prenotazione deve essere  effettuata entro Venerdì 15 Aprile

  1.  

Vantaggio per i Soci

Vantaggi per i soci del Touring Club