Scopri il mondo Touring
  • Viaggi
  • Eventi
  • Pistoia: Ippolito Desideri e la rivelazione del Tibet

Pistoia: Ippolito Desideri e la rivelazione del Tibet

Dove

Indirizzo evento: 
Palazzo Sozzifanti, via de’ Rossi 7 Pistoia

Quando

Domenica 26 Novembre 2017
Inizio visita ore 11.00

Ritrovo

Ora di ritrovo: 
Ore 11.00

Contatti

Organizzatore: 
Club di territorio di Pistoia
Telefono di riferimento: 
3396723270
Indirizzo mail: 
visite.prenotazioni@gmail.com
Console accompagnatore: 
Gianluca Chelucci
Presenza guida: 
Guida dell'evento: 
Enzo Gualtiero Bargiacchi
Il Club di Territorio di Pistoia organizza una visita alla mostra La rivelazione del Tibet. Ippolito Desideri e l’esplorazione italiana nelle terre più vicine al cielo
L’esposizione, promossa dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Pistoia e Pescia in occasione di Pistoia “Capitale Italiana della Cultura 2017”, è dedicata alla figura di Ippolito Desideri (Pistoia 1684-Roma 1773), missionario gesuita che per primo rivelò il Tibet all’Occidente.

Desideri, definito dall’attuale Dalai Lama “un autentico pioniere” del dialogo interreligioso, è ritenuto anche il precursore della lunga stagione di ricerche e viaggi di studio in Asia, con l’eccezionale contributo offerto dall’Italia nel campo dell’esplorazione in Tibet, in particolare nell’area Karakorum-Himalaya. Esploratori e scienziati italiani, tra cui spiccano i nomi di Mario Piacenza, Filippo De Filippi, Giuseppe Tucci e Ardito Desio, compresero a fondo le particolarità geografiche, la religione, l’arte e la cultura del Tibet e ne diedero per la prima volta nella storia una precisa collocazione e una descrizione cartografica corretta.

Un percorso espositivo ricco e articolato accompagna i visitatori in un ideale viaggio in terre lontane, attraverso documenti, carte geografiche, foto e filmati d’epoca, strumentazione scientifica, dipinti su stoffa (di particolare suggestione la sala dedicata ai “thangka” tibetani del XV e XVI secolo).

La visita sarà guidata dal co-curatore Enzo Gualtiero Bargiacchi.
 
Altre informazioni utili: 
Ingresso libero, con prenotazione obbligatoria entro il 24-11-2017 (posti limitati).
Per informazioni e prenotazioni: tel. 339/6723270 (Martina Fornaini) - mail: visite.prenotazioni@gmail.com