Scopri il mondo Touring
  • Viaggi
  • Eventi
  • >
  • Pistoia: Capolavori della fotografia giapponese dell'Ottocento

Pistoia: Capolavori della fotografia giapponese dell'Ottocento

Anche i nomi dei due celebri globetrotters della fotografia italiana dell’800, Felice Beato e Adolfo Farsari, figurano alla mostra Bellezza e lontananza. Immagini femminili nella fotografia giapponese di souvenir dell’Ottocento, visitabile alla libreria-galleria “Lo Spazio di via dell'ospizio” dal 9 novembre al 13 dicembre.

Si tratta di una selezionata rassegna di rare fotografie all'albumina, colorate a mano, realizzate nel Giappone del periodo Meiji e che, riportate in occidente dai viaggiatori del tempo come souvenir, contribuirono a creare l’immaginario di quel lontano paese.

Le fotografie in mostra hanno quale soggetto e tema unitario l’immagine femminile: una bellezza che ci appare senza tempo, tanto più lontana e ineffabile quanto all’apparenza esotica.

In realtà, la lontananza è negli sguardi di quelle donne - sia che gli occhi siano volti verso di noi, che più spesso verso l’altrove - ritratte in primo piano oppure in momenti di riposo, di svago o nella quotidiana cura di sé; donne che restano irraggiungibili alla presa del fotografo e con lui, ancora oggi, a quella dell’osservatore.

Curata da Gianluca Chelucci e Alessandro Mencarelli, la mostra presenta alcuni capolavori della fotografia di souvenir della Scuola di Yokohama con opere di maestri, sia occidentali - come i già citati Felice Beato e Adolfo Farsari e il barone austriaco Raimund von Stillfried – che giapponesi, fra cui Kusakabe Kimbei, Ogawa Kazumasa, Tamamura Kozaburo, Esaki Reiji ed altri.

Alle immagini si accompagnano appunti e suggestioni di lettura e un testo dedicato di Roberto Carifi.

Inaugurazione: 9 novembre 2014 ore 17,30

Accesso disabili: 
Allegati: