Scopri il mondo Touring
  • Viaggi
  • Eventi
  • Palermo: Visita Tci alla Villa Pottino con il Touring Club di Palermo

Palermo: Visita Tci alla Villa Pottino con il Touring Club di Palermo

Dove

Indirizzo evento: 
Villa Pottino in Via Notarbartolo, 28 a Palermo

Quando

Domenica 9 Aprile 2017
dalle ore 10,00 alle ore 12,30 circa

Ritrovo

Ora di ritrovo: 
Ore10,00 in Via Notarbartolo angolo Via F. Lo Jacono

Contatti

Organizzatore: 
Gruppo di Palermo del Touring Club Italiano
Indirizzo mail: 
touringclubpalermo@gmail.om
Presenza guida: 
Guida dell'evento: 
Sig.ra Geraldina Piazza

Domenica 9 aprile p.v. alle ore 10,00 il Touring Club Italiano di Palermo organizza la visita guidata della Villa Pottino di Via Notarbartolo, uno degli ultimi gioielli Liberty della città.
Progettata dall’Architetto Ernesto Armò, allievo di Ernesto Basile, fu costruita nel 1915 per il Principe Rodrigo Licata di Baucina. Nel 1941 fu acquistata dal Marchese Gaetano Pottino che la abitò con la moglie Maria Giaconia. Alla morte di quest’ultima, nel 2013, la villa fu ereditata da ben 19 nipoti e, poiché le spese di gestione erano ingenti, gli eredi decisero di mettere la villa in vendita; ma, ad oggi, senza successo.

La Sig.ra Geraldina Piazza, una delle eredi, ci guiderà nella visita della villa che, pur mantenendo la sua primitiva bellezza, è del tutto priva degli arredi interni che uno dei nipoti, legittimo proprietario, ha portato via.

La villa si eleva su tre piani, è immersa in uno splendido parco ricco, tra l’altro, di enormi ficus e conserva all’interno magnifici affreschi e soffitti intarsiati a cassettoni.

Qualche anno fa la villa ha subito tre attentati, organizzati, pare, dalla mafia rurale madonita, dove i Pottino sono proprietari di terreni, ma per fortuna senza subire danni apprezzabili.

 

Altre informazioni utili: 

Gruppo: massimo 30 persone
Biglietto d’ingresso: € 2,00
Durata della visita: circa un’ora e 1/2

 

Dato che il numero dei partecipanti viene stabilito di volta in volta dall’ente ospite ed è inderogabile, si raccomanda di comunicare con la massima sollecitudine l’adesione all’iniziativa poiché, raggiunto il numero stabilito, non sarà possibile accettarne di nuove.