Scopri il mondo Touring
  • Viaggi
  • Eventi
  • >
  • Ostia Antica: visita guidata Tci all'Area Archeologica

Ostia Antica: visita guidata Tci all'Area Archeologica

Ostia deriva il suo nome dal trovarsi alla foce (ostium) del fiume Tevere. 
Il suo ruolo quale avamporto di Roma è oggi difficilmente apprezzabile a causa di due fattori: il mutato percorso del fiume a seguito dell’inondazione del 1557 e il progressivo avanzamento della linea di costa, dalla quale la città antica dista ora più di 3 km.

All’epoca del suo massimo sviluppo la città di Ostia raggiunse i 75.000 abitanti.

Secondo la tradizione, Ostia fu fondata in epoca regia da Anco Marcio (VII se. a.C.) per il controllo del territorio costiero e, soprattutto, della foce del Tevere.

Il primo insediamento noto da indagini archeologiche è la cittadella fortificata, il castrum (IV sec. a.C.).
Al ruolo primitivo di “colonia” marittima, posta a difesa di Roma contro gli attacchi provenienti dal mare, si sostituì ben presto una funzione prevalentemente commerciale legata alla presenza del porto fluviale.

Per il suo funzionamento venne attivata una complessa organizzazione sotto la sorveglianza dei funzionari statali addetti all’annona (termine che indicava le attività connesse all’approvvigionamento di derrate alimentari dell’urbe).
Le merci scaricate dalle navi da carico (naves onerariae), dopo una sosta nei magazzini, venivano caricate su chiatte (naves caudicariae) in grado di risalire il Tevere sino a Roma.

Le grandi onerarie, tuttavia, non potevano penetrare nel porto fluviale a causa delle barre costiere presenti alla foce e, per tale motivo, erano spesso costrette a trasferire il carico, mentre si trovavano in mare, su imbarcazioni più piccole.

Dall’inizio del II sec. a.C., quindi, il sistema portuale di Roma si allargherà a comprendere il più lontano porto di Pozzuoli, struttura in grado di accogliere le più grandi navi granarie di provenienza soprattutto egiziana.

Una flottiglia di navi di medio tonnellaggio era addetta al trasporto delle merci da Pozzuoli fino ad Ostia, mentre le chiatte fluviali coprivano gli ultimi 35 km sino a Roma.

Questa complessa organizzazione quotidiana continuerà a soddisfare le esigenze della capitale anche dopo la costruzione, da parte dell’imperatore Claudio, di un porto marittimo posto a tre km a nord della foce del Tevere.

Solo del II sec. d.C., quando l’imperatore Traiano trasformò il porto di Claudio costruendo un nuovo bacino più funzionale, Ostia vedrà via via scemare la sua importanza quale avamporto di Roma.

 

 Quote
. € 35,00 per i soci 
. € 43,00 per i non soci 

Partecipanti min / max: 25 / 30 

 

Altre informazioni utili: 

informazioni e prenotazioni: 
Punto Touring di Napoli 
Via Cimarosa 38, 80127 – Napoli 
Lun – Ven: 9,00 /13,30 e 15 / 19
Sab: 9,30 / 13,30 
tel 081/19137807 

email: prenotazionitcina@gmail.com 

 

Quote        
•    € 35,00 per i soci 
•    € 43,00 per i non soci 

La quota comprende: il trasporto in pullman dal punto di riunione alla località prescelta, la visita guidata come da programma, l’assistenza del console, l’assicurazione per la responsabilità civile.

Il costo del biglietto di ingresso all’Area Archeologica di Ostia Antica è a carico dei singoli partecipanti per consentire, a chi ha diritto alla riduzione o all’esenzione, di poterne usufruire.

La quota non comprende: il biglietto di ingresso, il pranzo, le mance, le spese di carattere personale e tutto quanto non specificato.

 

Le prenotazioni sono aperte e scadono automaticamente sette giorni dopo la loro effettuazione, anche telefonica, se non confermate dal versamento della quota.
ATTENZIONE: PER ESIGENZE DEL SITO ARCHEOLOGICO DI OSTIA  ANTICA PRENOTAZIONI E PAGAMENTI DELLE QUOTE SI CHIUDONO INDEROGABILMENTE IL 5 MARZO.

Il Corpo Consolare si riserva il diritto di accettare o meno la prenotazione. Le quote non sono rimborsabili in caso di disdetta (vedi regolamento). 

Manifestazione organizzata per i soci e gli amici del TCI e soggetta al regolamento della Commissione regionale consoli della Campania. 

Sono ammessi in via eccezionale i non soci perché possano constatare la qualità e l'interesse delle nostre manifestazioni, e quindi associarsi.

 

Proramma di massima
Partenza da Napoli: P.zza Vanvitelli ore 7,00 e da P.zza Garibaldi (alle spalle del monumento) ore 7,30. Il pullman partirà inderogabilmente cinque minuti dopo l’orario previsto in programma o indicato dal console accompagnatore. 
Itinerario: si procede via autostrada per Roma e poi per viabilità locale fino a raggiungere l’Area Archeologica di Ostia Antica.

Alle ore 11,30 (circa) arrivo all’Area Archeologica di Ostia Antica e visita guidata. 
Al termine della visita guidata pranzo libero presso la caffetteria all’interno dell’Area Archeologica oppure presso i ristoranti ubicati all’esterno dell’area Archeologica (raggiungibili a piedi).

Al termine del pranzo tempo libero per approfondire la visita dell’Area Archeologica, oppure per visitare il Castello di Giulio II e il borgo medievale, entrambi di fronte all’Area Archeologica e raggiungibili a piedi.

Al termine della visita partenza del pullman con itinerario inverso a quello dell’andata e in città sosta con discesa al parcheggio di via Brin, all’Hotel Terminus e a Piazza Vanvitelli.

Rientro previsto per le ore 19,00.

Vantaggio per i Soci

Vantaggi per i soci del Touring Club