Scopri il mondo Touring
  • Viaggi
  • Eventi
  • >
  • Osimo (AN), "Lotto, Artemisia, Guercino. Le stanze segrete di Vittorio Sgarbi"

Osimo (AN), "Lotto, Artemisia, Guercino. Le stanze segrete di Vittorio Sgarbi"

La mostra “Lotto Artemisia Guercino. Le stanze segrete di Vittorio Sgarbi”. Per la prima volta in Italia sino al 30 ottobre 2016 sarà possibile ammirare, a Palazzo Campana, oltre 120 opere della collezione Cavallini Sgarbi, in una grande esposizione curata da Pietro Di Natale e promossa dalla Regione Marche, dal Comune di Osimo, dalla Fondazione Don Carlo Grillantini e dall’Istituto Campana.
 
Una collezione d’arte privata è la fondazione di un sistema simbolico, la creazione di una palestra per l’anima, un luogo dove si materializzano scelte intime, meditate e, talvolta, sofferte. Il disegno costante che ha ispirato il creatore della raccolta, lo storico dell’arte e il critico di fama internazionale Vittorio Sgarbi,  è stato la ricerca della bellezza. Muovendosi tra le centinaia di opere riunite in trent’anni di intensa attività si rimane sorpresi dall’eterogeneità dell’insieme, una vera e propria summa dell’arte italiana, tra pittura e scultura, dal XIII secolo ai giorni nostri. Questa attenta ricerca, frutto anche della collaborazione intensa e illuminante della madre di Vittorio Sgarbi, Rina Cavallini, è espressione del profondo amore del collezionista per la bellezza dell’Italia e della sua arte e si manifesta in maniera esemplare attraverso le opere esposte. La selezione di dipinti, disegni e sculture dal Cinquecento all’Ottocento vuole dar conto in primis della peculiare e complessa “geografia artistica” della nostra nazione. 
La mostra ore un’ampia panoramica sui temi affrontati dagli artisti in un arco di tempo di oltre tre secoli. Vittorio Sgarbi afferma che il divertimento e il mistero del collezionismo è “l’interesse per ciò che non c’è” e che una collezione è “storia di occasioni, d’incontri, di scoperte”, un’avventura che “s’incrocia con curiosità, ricerche, studi” e si manifesta come “una battuta di caccia, una forma di gioco, anche d’azzardo… una sda, un corteggiamento, una conquista”. Essa “non ha regole, non ha obiettivi, non ha approdi, è imprevedibile”: per questo “non si trova quello che si cerca, si cerca quello che si trova”.

L’affascinante sede della mostra, l’imponente Palazzo Campana, è emblema della storia di Osimo. Anticamente di proprietà della nobile famiglia Campana, oggi è sede dell’Istituto per l’Istruzione Permanente, del museo civico e della biblioteca dove sono conservati oltre 15000 volumi di carattere storico, letterario, filosofico, giuridico, medico.
La città di Osimo, splendida nel centro storico, nell’intreccio delle sue grotte e nella suggestione paesaggistica d’intorno, offrirà una visita inaspettata a chi verrà alla mostra. 

Vantaggio per i Soci

Biglietto ridotto per i soci del Touring Club