Scopri il mondo Touring
  • Viaggi
  • Eventi
  • >
  • Nocera Superiore: "Tesoro Italia, patrimonio negato. A cura del Club di territorio di Salerno

Nocera Superiore: "Tesoro Italia, patrimonio negato. A cura del Club di territorio di Salerno

PROGRAMMA DI MASSIMA

• 10,00 – Ritrovo dei partecipanti (con mezzi propri) a Nocera Superiore (Sa) presso il Battistero Paleocristiano di Santa Maria Maggiore e visita guidata al Battistero, luogo simbolo della campagna nazionale del Touring Club Italiano TESORO ITALIA / PATRIMONIO NEGATO per la provincia di Salerno

• 13,30 – eventuale pranzo libero a cura dei singoli partecipanti

TESORO ITALIA / PATRIMONIO NEGATO – L’IMPEGNO DEL TOURING CLUB ITALIANO

Difendere l’eredità culturale italiana: le nostre radici, il nostro orgoglio. È la sfida che il Touring Club Italiano lancia con Tesoro Italia certo che la consapevolezza – ancor prima della denuncia – possa essere la base per una seria riflessione sul nostro patrimonio e per una presa di coscienza collettiva, che vada al di là dell’impegno dei singoli. Dal 1894 il Tci si batte per la conservazione e la valorizzazione dei beni culturali e ambientali del Belpaese. Oggi più che mai l’Associazione vuole essere in prima linea per recuperare questo “patrimonio negato”.

NOCERA SUPERIORE: la cittadina occupa il luogo dell’antica Nuceria Alfaterna, città osca sotto l’egemonia etrusca, divenuta sannitica nel V secolo a.C. ed entrata nell’alleanza romana nel 307 a.C. Presa per fame e distrutta da Annibale nel 216 a.C., risorse agli inizi del II secolo e nell’89 a.C. ebbe, per la sua fedeltà a Roma durante la guerra sociale, il territorio della distrutta città di Stabiae. In età augustea vi fu dedotta una colonia col nome di Nuceria Constantia; subì gravi danni dall’eruzione del Vesuvio del 79 d.C. e scomparse presumibilmente all’epoca della conquista longobarda.
Battistero Paleocristiano di Santa Maria Maggiore: eretta come battistero probabilmente nel VI secolo con materiali raccogliticci, sul tipo delle chiese di Santa Costanza e di Santo Stefano Rotondo in Roma. Rimaneggiata nel 1856, fu poi restaurata; la cupola, crollata per l’eruzione del Vesuvio del 1944, è stata ricostruita. 
L’interno, a tre metri sotto l’attuale livello stradale, è a pianta circolare, del diametro di 24 metri. Un doppio giro di 30 colonne, abbinate nel senso del raggio, reggono archetti sui quali si alza una doppia cupola, cilindrica all’esterno, ovoidale all’interno. Le colonne sono monolitiche: quelle del giro esterno di marmo cipollino ed uguali tra loro, provengono probabilmente da un unico edificio; le interne sono di varia natura (granito bigio, travertino, alabastro orientale, giallo antico) ed hanno molte spezzature e aggiunte e diametro differente tra loro. I capitelli sono in parte corinzi di età augustea dei secoli I e II d.C. e in parte a decorazione vegetale; alcune colonne hanno bellissime basi. A sinistra del portale, in corrispondenza dell’ingresso originario, sono affreschi del XIV – XV secolo, di recente restaurati. Nel mezzo è un’ampia vasca battesimale per il battesimo a immersione, cinta da un’iconostasi a colonne (ne rimangono 5 delle 8 primitive), 2 di granito, 3 di marmo pario), poggianti su di un muretto adorno di lastre di marmo sulle quali sono incise la croce e le lettere Α e Ω. Nel peribolo sono raccolti frammenti architettonici scoperti durante il restauro del 1856. Di fronte all’ingresso è un’abside semicircolare inquadrata da due colonne scanalate. Sulla destra dell’abside, in una nicchia, Madonna col Bambino, del 1607. Scavi archeologici hanno messo in luce all’interno del deambulatorio e dell’abside resti di costruzioni preesistenti con ricche pavimentazioni a mosaico (secolo III – IV d.C.).
Riferimenti bibliografici: Guida rossa o verde del TCI.

La manifestazione è gratuita per i soci e gli amici del Touring Club Italiano. 

E' necessaria la prenotazione all'indirizzo e.mail del Club (v.info sopra)

I soci e gli amici del Touring Club Italiano regolarmente iscritti alla manifestazione sono coperti da apposita polizza assicurativa per la responsabilità civile.
Il Volontario Touring accompagnatore ha la facoltà di variare l’itinerario. La manifestazione si effettua anche in caso di pioggia. 
Il Club di Territorio di Salerno del Touring Club Italiano si riserva il diritto di accettare o meno la prenotazione.

Manifestazione organizzata per i soci e gli amici del TCI e soggetta al regolamento della Commissione regionale consoli della Campania.
Sono ammessi in via eccezionale i non soci perché possano constatare la qualità e l'interesse delle nostre manifestazioni, e quindi associarsi.

Altre informazioni utili: 

• Trasporti: mezzi propri
• Partecipanti min / max: 15 / 50