Scopri il mondo Touring
  • Viaggi
  • Eventi
  • >
  • Navelli (Aq): Sul Regio Tratturo con il Tci

Navelli (Aq): Sul Regio Tratturo con il Tci

Il ritorno dei pastori dalla Puglia poteva avere inizio dal 25 aprile, non prima. Così stabiliva la Dogana delle pecore. E noi percorreremo un tratto dei 120 km del Regio Tratturo Centurelli-Montesecco proprio in prossimità di questa data, sulle orme dei pastori ansiosi di ricongiungersi alle proprie famiglie, con le greggi che già fiutavano il profumo dei pascoli montani.

Il Regio Tratturo da Collepietro a Navelli percorre la cresta della Serra di Navelli regalando spettacolari panorami della piana, delle valli di Capestrano e Peligna, della Majella, del Sirente Velino, del Gran Sasso. Qui si rinvengono diversi cippi con la sigla RT numerati (titoli tratturali) di epoche diverse, ancora al loro posto a segnare il tracciato, e resti di antichissime fortificazioni a presidio del tratturo. Cliccando sul bottone Gallery, presente nella testata di questa pagina a fianco di quello Mappa, compaiono alcune immagini descrittive del percorso.

Il percorso a piedi inizia dalla chiesa della Madonna del Buonconsiglio, appena fuori Collepietro, a quota m 850. Dopo la visita esterna della chiesa (temporaneamente inagibile), si raggiunge la sommità della Serra di Navelli a quota m 967 e, da qui, si scende ai piedi dell’abitato di Navelli a quota m 680, alla Cona di Croce, punto d’arrivo a lato della SS 153 e del suo vecchio tracciato che porta a Capestrano. Il percorso sviluppa circa km 8. Il tempo di percorrenza è di 3h e 30’ (vedi la mappa).

Chi non se la sente di affrontare il percorso montano lungo il tratturo, potrà effettuare la visita del centro storico di Navelli, l’antico paese dalle mille finestre famoso per la produzione di zafferano, con la guida di un appassionato conoscitore di storia locale. Il percorso si sviluppa in discesa, da Palazzo Santucci, che domina dall'alto il paese, fino al B&B Abruzzo Segreto in via San Girolamo, ai piedi del centro abitato.

Dopo l’arrivo e la ripresa delle auto lasciate a Collepietro, riunione con chi avesse visitato Navelli (in questo caso la rievocazione sarebbe perfetta: i pastori si ricongiungono ai loro cari) e spostamento a Civitaretenga per il pranzo al Ristorante Crocus (vedi menu in "Altre informazioni utili").

Nel pomeriggio visita guidata alle chiese di Civitaretenga della Madonna dell’Arco, della Madonna delle Grazie, di Sant’Egidio e della chiesa del convento di Sant’Antonio, testimonianze dell'agiatezza creata sia dall’economia pastorale sia dalla coltivazione dello zaferrano. In conclusione, sosta facoltativa presso una delle aziende produttrici di zafferano.

 

Quote di partecipazione

Soci: gratis

Non soci: € 5,00

Ragazzi 10-18 anni: gratis

La quota di partecipazione non comprendere il costo del pranzo, con menu (vedi in "Altre informazioni utili") e prezzo concordato (€ 20,00 a persona), che è a carico di ciascun partecipante.  

 

Prenotazioni entro le ore 20.00 di giovedì 23 aprile esclusivamente per email indicando per ogni partecipante nome e cognome, numero di tessera se Socio Tci, località di residenza, numero di cellulare ed email. Evidenziare la presenza di ragazzi o bambini.

Specificare se si intende effettuare il percorso tratturale o invece la visita di Navelli.

 

Altre informazioni utili: 

Menu del Ristorante Crocus (SS 17 km 65 + 125 - Civitaretenga, tel. 0862 959193)

  • Antipasto all'italiana 
  • Maltagliati alla Navellese (zafferano funghi porcini e salsiccia) 
  • Arrosto misto cotto sulla brace 
  • Insalata fantasia 
  • Crostata Ricotta Zafferano e Gocce di cioccolato
  • Caffè 
  • Acqua 
  • Vino della casa 

Le eventuali variazioni vanno chieste con la email di prenotazione.

 

Avvertenze

Per il cammino sul tratturo è necessario calzare scarpe da trekking, munirsi di borraccia con acqua, cappello e giacca a vento.

In collaborazione con: 

Vantaggio per i Soci

Vantaggi per i soci del Touring Club