Scopri il mondo Touring
  • Viaggi
  • Eventi
  • >
  • Napoli: visita guidata Tci al Conservatorio San Pietro a Majella

Napoli: visita guidata Tci al Conservatorio San Pietro a Majella

EVENTO ANNULLATO

E' con rammarico che siamo costretti a comunicare che la visita del Club di Territorio di Napoli al Conservatorio di San Pietro a Majella, prevista per sabato 9 aprile non si terrà.
La visita era stata organizzata dal Presidente del Club di Territorio di Napoli, Prof. Sergio Sciarelli e prevedeva, in accordo con la direttrice del Conservatorio, così come in passato, una visita con ingresso gratuito al complesso per i visitatori del Tci.
Successivamente a questo accordo, la gestione di tutti gli eventi, incluso le visite, presso il Conservatorio è stata affidata ad un'associazione gli "Amici del Conservatorio".
Tale associazione ha ripreso in esame tutti gli eventi, anche quelli già programmati ed ha richiesto un biglietto di ingresso individuale, che per la visita del Tci è stato stabilito pari ad un importo di 10 euro.
Questa decisione ci è stata comunicata un paio di settimane fa e ci siamo affrettati ad inviare ai responsabile dell'associazione e del Conservatorio le nostre osservazioni sul fatto che era stata concordata e quindi pubblicizzata ai soci e amici del Touring una visita con ingresso gratuito e che erano state ricevute ed accettate numerose richieste di partecipazione a queste condizioni e che era per noi ora inaccettabile chiedere, a poca distanza dall'evento, ai partecipanti una quota di partecipazione, mai prima richiesta.
Non c'è stata nessuna risposta da parte dei responsabili del Conservatorio e pertanto, anche per questo atto di mancata attenzione nei confronti del Tci, abbiamo deciso di annullare l'evento in programma.

 

 

 

Nel cuore della Napoli antica, sul fregio di marmo bianco che corona uno dei tanti imponenti portali che si susseguono nella teoria di palazzi del Decumano Maggiore, spiccano le parole: "Regio Conservatorio di Musica".
Ecco la sede della scuola di musica di San Pietro a Majella.
Varcata la soglia del palazzo, vediamo uno dei chiostri caratterizzato da un pavimento a spina di pesce in cotto eroso dal tempo.
Al centro si trova una statua di Beethoven all'ombra delle palme e, in fondo, le vetrate racchiudono gli archi del portale celando la Sala Scarlatti.
Su una targa all'ingresso della scuola si legge: QUESTO ANTICO EDIFICIO, GIA' VENERABILE CONVENTO DEI PADRI CELESTINI DI SAN PIETRO A  MAJELLA NEL 1826 PER VOLONTA' DI FRANCESCO RE DELLE DUE SICILIE FU DESTINATO AD ACCOGLIERE LA GLORIOSA SCUOLA NAPOLETANA ED A CONSERVARE LE PREZIOSE TESTIMONIANZE DEGLI ANTICHI CONSERVATORI POVERI DI GESU' CRISTO, SANTA MARIA DI LORETO, SANT'ONOFRIO A CAPUANA, PIETA' DEI TURCHINI.
Il Conservatorio di Musica “San Pietro a Majella” è una delle più prestigiose istituzioni napoletane, la cui fama varca i confini nazionali.
Fondato nel 1826 (con questo titolo ed in questa sede) raccoglie l’eredità di ben più antiche istituzioni che hanno origine sul finire del XVI secolo e che dettero vita ad un’importante scuola musicale napoletana.
E’ per questo motivo che all’interno del Conservatorio è custodita una straordinaria, cospicua e particolare collezione che si compone di varie sezioni che compongono il Museo Storico-Musicale.

Circa 130 ritratti dipinti di musicisti di varia epoca e nazionalità, nonché di eruditi importanti per la storia dell’istituzione, tra cui alcuni dalle firme illustri come Vernet, Palizzi, Altamura, Morelli; busti ritratto di importanti scultori come Tito Angelini, Jerace e altri; affascinanti cimeli che raccontano la storia musicale ma anche più intima di compositori ed esecutori.

Una rara raccolta di strumenti musicali come le arpe Erard, gli eccezionali prodotti della liuteria napoletana, violini Gagliano, clavicembali, spinette, strumenti particolari come salteri o pianini, pianoforti storici, fino all’unicum straordinario dell’arpetta costruita da Stradivari.
Nelle vetrine preziosi fogli autografi di personalità quali Mozart, Verdi, Cimarosa e tanti altri, sono esposti a rotazione, a ricordare la ricchezza dell’archivio.

 

Numero max partecipanti: 40 persone

La manifestazione prevede una libera contribuzione a partire da 2 € per i soci del Touring Club Italiano e da 4 € per i non soci, da corrispondere al momento della visita, per la 

copertura dei costi del Club di Territorio.
I costi del biglietto di ingresso sono a carico dei singoli partecipanti per consentire, a chi ha diritto alla riduzione o all’esenzione, di poterne usufruire. 

 

 

 

Altre informazioni utili: 

è necessaria la prenotazione presso il Club di Territorio di Napoli inviando una email a:
napoli@volontaritouring.it 

Le prenotazioni sono aperte. 

La manifestazione prevede una libera contribuzione a partire da 2 € per i soci del Touring Club Italiano e da 4 € per i non soci, da corrispondere al momento della visita, per la copertura dei costi del Club di Territorio.

I costi del biglietto di ingresso sono a carico dei singoli partecipanti per consentire, a chi ha diritto alla riduzione o all’esenzione, di poterne usufruire.

I soci e gli amici del Touring Club Italiano regolarmente iscritti alla manifestazione sono coperti da apposita polizza assicurativa per la responsabilità civile.

Il Volontario Touring accompagnatore ha la facoltà di variare l’itinerario. La manifestazione si effettua anche in caso di pioggia.

Il Club di Territorio di Napoli del Touring Club Italiano si riserva il diritto di accettare o meno la prenotazione.

Manifestazione organizzata per i soci e gli amici del TCI e soggetta al regolamento della Commissione regionale consoli della Campania.

Sono ammessi in via eccezionale i non soci perché possano constatare la qualità e l'interesse delle nostre manifestazioni, e quindi associarsi.

Vantaggio per i Soci

Vantaggi per i soci del Touring Club