Scopri il mondo Touring
  • Viaggi
  • Eventi
  • >
  • Napoli: "Tanzio da Varallo incontra Caravaggio"

Napoli: "Tanzio da Varallo incontra Caravaggio"

Quattordici anni dopo la grande mostra al Palazzo Reale di Milano, Tanzio da Varallo torna ad essere il protagonista assoluto di un’importante esposizione, allestita questa volta a Napoli: il 24 ottobre apre infatti al pubblico, alle Gallerie d’Italia di Palazzo Zevallos Stigliano, "Tanzio da Varallo incontra Caravaggio. Pittura a Napoli nel primo Seicento".
 
Curata da Maria Cristina Terzaghi, docente presso l’Università degli Studi di “Roma Tre”, e organizzata da Banca Intesa San Paolo in partnership con l’Associazione Testori e in collaborazione con la Soprintendenza Speciale per il Polo Museale di Napoli, la Direzione Regionale dell’Abruzzo e la Soprintendenza per i Beni Storici, Artistici ed Etnoantropologici dell’Abruzzo, la mostra vuole essere un omaggio a uno dei massimi artisti del Seicento italiano, al secolo Antonio d’Enrico, riportando all’attenzione del pubblico e della critica il suo lavoro a Napoli e nei territori del Viceregno. Ricordiamo che Tanzio lascia la Valsesia nel 1600 per farvi ritorno soltanto nel 1616, trascorrendo gran parte di questi anni, dopo un iniziale soggiorno romano, tra la città partenopea e l’Abruzzo.

Le opere di Tanzio da Varallo dialogheranno con quelle di altri artisti che, come lui, si sono immediatamente confrontati con la pittura di Caravaggio, quali per esempio Battistello Caracciolo, il Cavalier d’Arpino e Filippo Vitale. In mostra anche lo splendido Martirio di Sant’Orsola dello stesso Michelangelo Merisi, opera tarda della sua produzione.

La Pinacoteca di Varallo, che come è noto conserva il più importante nucleo al mondo di opere dell’artista, partecipa all’esposizione con il prestito di due tele, entrambe realizzate da Tanzio al rientro in Valsesia ma ancora intrise degli insegnamenti “meridionali”: il piccolo San Francesco riceve le stigmate (1616-1617 -  immagine a lato e in gallery) proveniente dalla collezione Remogna, e il Davide con la testa di Golia (1617-1624 - immagine in gallery) acquistato a metà Ottocento dalla Società d’Incoraggiamento allo Studio del Disegno, scelto come immagine simbolo dell’evento.

BIGLIETTO RIDOTTO SOCI TOURING CLUB (€ 4)
 

Vantaggio per i Soci

Vantaggi per i soci del Touring Club